SALUTE MENTALE DEGLI ADOLESCENTI (OMS, www.who.int)

 

Una persona su sei ha un'età compresa tra 10 e 19 anni.

Le condizioni di salute mentale rappresentano il 16% del carico globale di malattie e lesioni nelle persone di età compresa tra 10 e 19 anni.

 

La metà di tutte le condizioni di salute mentale inizia entro i 14 anni di età, ma la maggior parte dei casi non viene rilevata e non viene trattata.
A livello globale, la depressione è una delle principali cause di malattia e disabilità tra gli adolescenti.
Il suicidio è la terza causa di morte nei giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni.
Le conseguenze del non affrontare le condizioni di salute mentale degli adolescenti si estendono all'età adulta, compromettendo la salute fisica e mentale e limitando le opportunità di condurre una vita appagante da adulti.

 

Introduzione

L'adolescenza (10-19 anni) è un momento unico e formativo. Molteplici cambiamenti fisici, emotivi e sociali, inclusa l'esposizione alla povertà, l'abuso o la violenza, possono rendere gli adolescenti vulnerabili ai problemi di salute mentale. Promuovere il benessere psicologico e proteggere gli adolescenti da esperienze avverse e fattori di rischio che possono influire sul loro potenziale di crescita sono fondamentali per il loro benessere durante l'adolescenza e per la loro salute fisica e mentale in età adulta.

 

Determinanti della salute mentale

L'adolescenza è un periodo cruciale per lo sviluppo e il mantenimento di abitudini sociali ed emotive importanti per il benessere mentale. Questi includono l'adozione di schemi di sonno sani; fare esercizio fisico regolare; sviluppare capacità di coping problem solving e interpersonali; e imparare a gestire le emozioni. Sono importanti anche ambienti favorevoli in famiglia, a scuola e nella comunità più ampia. Si stima che circa il 10-20% degli adolescenti a livello globale soffra di condizioni di salute mentale, ma queste rimangono sottodiagnosticate e sottotrattate (1) .

Diversi fattori determinano i risultati di salute mentale. Più fattori di rischio sono esposti agli adolescenti, maggiore è il potenziale impatto sulla loro salute mentale. I fattori che possono contribuire allo stress durante l'adolescenza includono il desiderio di una maggiore autonomia, la pressione per conformarsi ai coetanei, l'esplorazione dell'identità sessuale e un maggiore accesso e utilizzo della tecnologia. L'influenza dei media e le norme di genere possono esacerbare la disparità tra la realtà vissuta di un adolescente e le sue percezioni o aspirazioni per il futuro. Altre determinanti importanti includono la qualità della loro vita familiare e le relazioni con i coetanei. La violenza (compresi i genitori severi e il bullismo) e i problemi socioeconomici sono rischi riconosciuti per la salute mentale. I bambini e gli adolescenti sono particolarmente vulnerabili alla violenza sessuale,

Alcuni adolescenti corrono un rischio maggiore di malattie mentali a causa delle loro condizioni di vita, stigma, discriminazione o esclusione o mancanza di accesso a supporto e servizi di qualità. Questi includono adolescenti che vivono in contesti umanitari e fragili; adolescenti con malattia cronica, disturbo dello spettro autistico, disabilità intellettiva o altre condizioni neurologiche; adolescenti incinte, genitori adolescenti o matrimoni precoci e / o forzati; orfani; e adolescenti appartenenti a minoranze etniche o sessuali o altri gruppi discriminati.

Gli adolescenti con condizioni di salute mentale sono a loro volta particolarmente vulnerabili all'esclusione sociale, alla discriminazione, allo stigma (che influisce sulla disponibilità a cercare aiuto), alle difficoltà educative, ai comportamenti a rischio, alle malattie fisiche e alle violazioni dei diritti umani. 

 

 

leggi tutto l'articolo

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 94254

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 67

Dati aggiornati

al 22-04-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Matteo Spicuglia

Noi due siamo uno

Storia di Andrea Soldi, morto per un Tso

add editore

 

Il 5 agosto 2015 la città è caldissima, qualcuno è già in vacanza, altri cercano un po’ d’aria nei giardini del quartiere.

Anche Andrea Soldi è seduto su una panchina, ma quella è la “sua” panchina sempre, in ogni stagione. Lì si rifugia quando i pensieri lo assalgono, lì trova conforto e si sente a casa. Andrea soffre da anni di schizofrenia, la madre, il padre e la sorella sono il suo sostegno e piazza Umbria il posto del cuore.

Ha quarantacinque anni, non è violento, non è mai stato pericoloso, eppure, quel 5 agosto morirà a causa di un Trattamento sanitario obbligatorio eseguito da alcuni vigili urbani e dal personale medico. Il processo è arrivato ora alla fase d’appello, ma questa forse è la cosa meno importante della storia.

Dopo la morte, la famiglia Soldi ha trovato alcune pagine che erano il diario di Andrea in cui la trascrizione lucidissima della sofferenza illumina il percorso psicologico e i silenzi che per anni lo avevano avvolto.

Matteo Spicuglia è un giornalista che ha seguito il caso e che non ha voluto fermarsi alla cronaca: a partire da quel diario allarga lo sguardo dalla panchina su cui è morto Andrea alla realtà dei TSO, dalla sua esistenza difficile al mondo della malattia psichica, dalla famiglia torinese alle tante altre che si trovano a convivere con pregiudizi e inadeguatezza dei servizi medici e sociali nella gestione di patologie che soffrono ancora lo stigma sociale.

Nel diario Andrea aveva scritto di sperare che la sua fatica e il suo dolore non passassero invano; questo libro è il motivo per cui ciò non avverrà.

 

Per visualizzare il sito della casa editrice e la pagina dedicata al libro

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI