AIUTACI IN QUEST'ANNO DIFFICILE (DiAPsi Vercelli)

DA info@diapsivercelli.it

 

A  menteinpace@libero.it  

 

Caro amico.

 

Come ogni anno Ti chiediamo un semplice “click” per la campagna “Il mio dono” di Unicredit.

MA QUEST'ANNO ABBIAMO ANCHE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO
CON UNA DONAZIONE - IL COVID CI STA METTENDO IN DIFFICOLTA'

Nel 2020 la nostra associazione, infatti, ha perso 2/3 dei fondi che normalmente vengono raccolti durante le varie azioni promozionali, durante manifestazioni e con le nostre tradizionali iniziative. Purtroppo tutti i decreti ristoro del governo non hanno dato sollievo a realtà associative come la nostra.

Per questo serve il tuo aiuto per evitare la sospensione di importanti servizi che abbiamo continuato ad erogare nonostante tutto. In particolare Ti chiediamo supporto al progetto “Verso il lavoro” di Brein.


Aiutarci è semplice

1.    Vota la nostra organizzazione ne "Il mio dono" di Unicredit; se raggiungeremo la soglia minima di 150 voti, Unicredit trasformerà ogni voto in una somma di denaro che verrà devoluta a Diapsi, senza alcun costo per chi vota. CLICCA QUI PER VOTARE

2.    Dona, attraverso la piattaforma almeno 10 euro per il sostegno al Laboratorio BREIN; in questo caso Unicredit trasformerà la donazione in una donazione “plus”, assegnando altri 5 voti al Progetto. CLICCA QUI PER DONARE

Il contest durerà fino al 31 gennaio 2021.

Terminato questo periodo la piattaforma rimarrà comunque attiva con la possibilità di effettuare una donazione di qualsiasi cifra per continuare a sostenere i nostri Progetti di inserimento lavorativo.

A tutti coloro che effettueranno almeno 30 euro di donazione Diapsi omaggerà un prodotto di “Brein”.
 

Chi volesse votare e non è riuscito a farlo, oppure non ha dimestichezza con la tecnologia può recarsi presso la sede di Brein, nel loggiato di San Pietro Apostolo, con ingresso da via Dante 93 o dall'area del parcheggione nel piazzale dell'antico ospedale per una procedura guidata dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Il sabato dalle 10 alle 13.

 

Altre info sul nostro sito web 

Diapsi Vercelli - Via Dante 93 - 13100 Vercelli

tel/fax 0161.092294 cell. 393.6096370

e-mail: info@diapsivercelli.it sito: www.diapsivercelli.it

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 94254

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 67

Dati aggiornati

al 22-04-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Matteo Spicuglia

Noi due siamo uno

Storia di Andrea Soldi, morto per un Tso

add editore

 

Il 5 agosto 2015 la città è caldissima, qualcuno è già in vacanza, altri cercano un po’ d’aria nei giardini del quartiere.

Anche Andrea Soldi è seduto su una panchina, ma quella è la “sua” panchina sempre, in ogni stagione. Lì si rifugia quando i pensieri lo assalgono, lì trova conforto e si sente a casa. Andrea soffre da anni di schizofrenia, la madre, il padre e la sorella sono il suo sostegno e piazza Umbria il posto del cuore.

Ha quarantacinque anni, non è violento, non è mai stato pericoloso, eppure, quel 5 agosto morirà a causa di un Trattamento sanitario obbligatorio eseguito da alcuni vigili urbani e dal personale medico. Il processo è arrivato ora alla fase d’appello, ma questa forse è la cosa meno importante della storia.

Dopo la morte, la famiglia Soldi ha trovato alcune pagine che erano il diario di Andrea in cui la trascrizione lucidissima della sofferenza illumina il percorso psicologico e i silenzi che per anni lo avevano avvolto.

Matteo Spicuglia è un giornalista che ha seguito il caso e che non ha voluto fermarsi alla cronaca: a partire da quel diario allarga lo sguardo dalla panchina su cui è morto Andrea alla realtà dei TSO, dalla sua esistenza difficile al mondo della malattia psichica, dalla famiglia torinese alle tante altre che si trovano a convivere con pregiudizi e inadeguatezza dei servizi medici e sociali nella gestione di patologie che soffrono ancora lo stigma sociale.

Nel diario Andrea aveva scritto di sperare che la sua fatica e il suo dolore non passassero invano; questo libro è il motivo per cui ciò non avverrà.

 

Per visualizzare il sito della casa editrice e la pagina dedicata al libro

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI