SALUTE MENTALE. LE DISUGUAGLIANZE REGIONALI (Fabrizio Starace)

Salute Mentale

 

Le disuguaglianze regionali sempre più evidenti. Ecco la situazione nei 21 sistemi di cura per la salute mentale italiani

 

 

 

 

 

di Fabrizio Starace

L’analisi, realizzata dalla Socità italiana di epidemiologia psichiatrica, offre un quadro della situazione attuale e dell’andamento dei principali indicatori di struttura e attività del sistema di cura per la salute mentale. Per ciascuna Regione viene riportato il “posizionamento” rispetto agli indicatori SIEP in termini di variazione percentuale tra il valore di riferimento nazionale e il valore che l’indicatore assume nella specifica Regione. Ecco qual è la situazione

 

16 DIC - Le disuguaglianze inter-regionali del sistema di cura per la Salute Mentale sono state già documentate dalla Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica. Con questa nuova aggiornata analisi dei dati del Sistema Informativo Salute Mentale si offre un quadro sinottico dei principali indicatori di struttura e attività dei DSM nei 21 sistemi sanitari italiani. Per ciascuna Regione viene riportato il “posizionamento” agli indicatori SIEP in termini di variazione percentuale tra il valore di riferimento nazionale e il valore che l’indicatore assume nella specifica Regione (scarica qui il rapporto completo).
 
Questa modalità consente di evidenziare più rapidamente le criticità regionali e costituisce a nostro avviso uno strumento prezioso a disposizione della programmazione. All’indomani della pubblicazione del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza che destina alla Salute solo 9 dei 196 mld. che arriveranno dall’Europa, senza alcun investimento specifico nell’area Salute Mentale, crediamo che questi dati debbano far riflettere. Innanzitutto sul piano tecnico e dell’accuratezza.

 
Come interpretare l’improvviso calo dei posti letto ospedalieri in Campania (che passano da più di 10 / 100.000 ab. maggiorenni, degli anni precedenti, a 3,6 nel 2018)? O la dotazione di personale in Lazio (che nel 2018 risulta pari a 16,8 / 100.000 ab. maggiorenni, mentre negli anni precedenti aveva registrato un 80,8 / 100.000)? E, nel caso degli utenti presenti in strutture residenziali psichiatriche, come valutare il fatto che più della metà delle Regioni non valorizza alcuna presenza in strutture residenziali intensive o estensive, mentre vengono riportate presenze residenziali presso CSM che appaiono verosimilmente errate?  Le informazioni pubblicate dal Ministero vengono inviate dopo verifica dalle amministrazioni regionali. Come spiegare allora gli errori di codifica o i clamorosi outliers?


In tutti i casi, la disponibilità di queste informazioni ha enormi potenzialità. Oltre ad obbligare i sistemi regionali ad uscire dall’autoreferenzialità, interrogandosi sulla validità dei dati utilizzati (auspicabilmente) a sostegno delle scelte di politica sanitaria, esse smantellano il comodo alibi dell’insipienza che “giustifica” l’inazione; infine, interrogano le politiche sanitarie regionali e nazionali sugli atti adottati o programmati per il ripristino di equità, efficacia ed efficienza.

 

Per continuare a leggere l’intero articolo CLICCA QUI

 

 

Tratto da: http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=90947&fr=n

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 95455

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 70

Dati aggiornati

al 11-05-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

Francesco De Filippo

Maria Frega

Filosofia per i prossimi umani

Come sarà la nostra vita tra vent'anni secondo

letterati, storici, antropologi e climatologi

 

Giunti Editore

 

Se vi chiedessero all'improvviso: pensate a un'immagine che possa rappresentare la nostra realtà occidentale contemporanea, cosa vi verrebbe in mente? Forse una risposta azzeccata potrebbe essere quella di una comunità nevrotica, instancabile, ebbra di miliardi di connessioni, relazioni, produzioni, che corre disperatamente, ma priva di meta e senza avere uno specifico obiettivo. Ciò che manca in questa immagine è un orientamento, una consapevolezza, un senso; in una parola, filosofia. È il paradosso che serpeggia nelle nostre società: scarseggia non la materia di Socrate e Kant, considerata oggi disciplina antica, lenta, apparentemente incompatibile con i social, la genetica, le neuroscienze, i viaggi spaziali; ma ciò che da essa scaturisce: la capacità di critica, di riflessione e comprensione delle dinamiche sociali e della relazione tra l'essere umano e il contesto in cui trascorre la propria esistenza. Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione tecnologica e la necessità di "avvolgere" tutti i cambiamenti in un reticolo di nuovo umanesimo, si fa ancora più urgente. Potremmo dire che abbiamo individuato il paradosso dopo aver terminato il precedente volume Prossimi umani, una fotografia del mondo come sarà dal punto di vista scientifico-tecnologico. Un'incoerenza che questo nuovo libro tenta di risolvere con un approccio umanistico, nella convinzione che non solo scienziati ma filosofi, sociologi, giornalisti e letterati siano chiamati a rispondere a domande sul ruolo degli esseri umani in un mondo di macchine e robot, all'organizzazione da dare a comunità composte da uomini frutto di modifiche genetiche o neuronali, alle cautele da adottare per difendersi da un pianeta controllato da quattro o cinque technocorporations.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI