LE PAROLE RITROVATE. Prossimo Coordinamento nazionale (Renzo De Stefani)

Finalmente il 2020 se ne è andato e tutti ci aspettiamo un nuovo anno che ci ridia la vita e la libertà!

Intanto noi andiamo avanti con tanti piccoli ma importanti progetti che stanno vedendo la luce.

 

DA renzodestefani48@gmail.com

3/1/2021 12:45

A menteinpace@libero.it

 

Carissime & Carissimi

 

Il nostro ultimo Coordinamento nazionale è andato in onda il 28 novembre e se volete potete rileggere il verbale cliccando qui (VERBALE 28/11/2020)

Il prossimo era già stato fissato per sabato 23 gennaio dalle 9.30 alle 13.00 ed è confermato.

 

Il link è il consueto   https://us02web.zoom.us/j/84756110868.

 

Come sempre lo gestisce Franco di Verona che sarà collegato già alle 9.15 e ci farà entrare nella ‘stanza’ man mano che arriviamo. Se qualcuno avesse problemi può scrivere sulla Chat di INCONTRI o telefonare a Franco al 348 3243219. Grazie Franco!

È un coordinamento importante perché dovremmo avviarci a decidere l’impianto di Cammina Italia e decidere altre cose che abbiano avviato e sono in dirittura d’arrivo. Chiaro che il virus è ancora attivo e potrebbe crearci problemi per incontri in presenza, ma noi dobbiamo ragionare in positivo e ragionare sulle strade che vogliamo cercare di prendere. Alcuni eventi sono già programmati, altri stanno maturando e il 23 al Coordinamento dobbiamo arrivare ‘preparati’!

 

All’ordine del giorno i temi che ci hanno tenuti impegnati negli ultimi incontri, con la possibilità, come sempre, di portare nuove idee e percorsi:

 

  1. Report dei gruppi di lavoro

·         Cammina Italia, impianto generale, tempistica, eventi

·         Formazione (vademecum)

·         Terre vergini (Val d’Aosta e non solo)

 

  1. Coordinamenti regionali
  2. Dépliant di parole ritrovate (Errico e Jacopo)
  3. Incontro nazionale 2021: cominciamo a pensarci
  4. Progetto India
  5. Varie ed eventuali (di tutto e di più)

 

Ci vediamo sabato 23

Baci tanti

Renzo, il vostro sempre più antico segretario

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

139.609

Dati aggiornati al 04-10-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA,

Per comunicare 

emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  con l’obiettivo di costituire una redazione di una rivista crossmediale.

 

Il progetto è condotto da Silvia Bongiovanni dell’Associazione culturale Kosmoki. Rientra nel più ampio progetto Restart & Recovery che ha come capofila la Cooperativa sociale “Proposta 80”. Partecipa anche la Cooperativa sociale “Momo” e l’Associazione “MenteInPace”.

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Ivan Cavicchi

Oltre la 180
 
Castelvecchi editore

 

Sono passati più di quarant’anni da quando Franco Basaglia, coraggioso riformatore, ha realizzato il sogno di curare la malattia mentale senza i manicomi. La “sua” legge 180 doveva rivoluzionare l’intera cultura psichiatrica, ma la riforma del 1978 si è presto incagliata in ostacoli culturali, sociali, ideologici e organizzativi ed è ormai inadeguata nel fronteggiare i problemi della società contemporanea e dei nuovi malati. Ivan Cavicchi spiega perché il progetto di Basaglia è in realtà incompiuto e come la psichiatria sia ancora in larga parte da riformare, e propone di andare “oltre la 180”, rimuovendone le contraddizioni interne e sfondando il muro dell’apologia per evitare il rischio di regressività o di controriforma. Particolare attenzione va riservata ai professionisti sanitari che si occupano delle esistenze delle persone e dei loro “equilibri” nei contesti di vita e di lavoro, di ogni età e di ogni condizione sociale: un’adeguata riforma delle prassi degli operatori della salute mentale è infatti la più grande sfida del futuro della psichiatria e di tutta la medicina.

 

L’Autore

Ivan Cavicchi è filosofo della medicina, sociologo e antropologo; insegna all’Università Tor Vergata di Roma. 

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------