GERMOGLI (Eliana Brizio)

Lasciar scorrere la paura

imparando a prendere le giuste distanze

 

DA info@noosoma.it

lu 15/02/21 14:37

A menteinpace@libero.it

 

Da alcuni giorni ho un sottofondo di costante tristezza, per nessun apparente motivo e niente in particolare.

Se smetto di ascoltarla mi accorgo con quale facilità si trasforma in irritazione e/o giudizio per qualunque pretesto si presenti ai miei occhi, e la conseguenza ormai conosciuta e sperimentata decine e decine di volte è che, a seguire quella strada, troverò cibo cattivo e poco nutriente.

Mentre ascolto la tristezza mi pervade la paura: arriva all’improvviso, la vera paura di ciò che può succedere in questa “follia collettiva” dove si può immaginare il punto di esplosione a distruggere gli equilibri e trovarci invasi dall’odio e dalle conseguenze che ne possono derivare.

Se torno alla mia paura e lascio che scorra, la sento talmente forte e fisica che si trasforma.

All’improvviso mi ritrovo in un sottobosco che mi collega ad un raccolto e intimo viaggio lontano da ciò che circonda e invade le nostre case, e soprattutto dai bisogni di ogni essere umano. Prendo la distanza, quella necessaria distanza per guardare le cose da punti differenti e rimanere connessi con la necessità di trovare pillole adeguate per curare la grande “Carenza di umanità”.

Mentre mi muovo nel sottobosco ne percepisco l’odore acre e intenso, umido, sento i passi uno dopo l’altro scandire il percorso, sento il rumore ovattato e quasi intimo, di quella intimità a noi molto cara.

Intravedo la luce infiltrarsi tra un ramo e l’altro, la vedo farsi strada anche se tutto è molto fitto, oppure vedo le foglie con colori diversi a dirmi che c’è luce che arriva da qualche parte, anche se non è così nitida.

Guardo le foglie: sembrano sorridermi e incoraggiarmi a proseguire.

Avanzo col sapere del corpo (il sapere del corpo non si chiede se è giusto o sbagliato ciò che stai facendo, è quel sapere che non fa morire prima del tempo) e con la certezza di arrivare al mare so che troverò l’immensità, l’appartenenza, l’infinito… ingredienti di sintesi.

Vengo accompagnata nel sottobosco in una delle tante possibili forme di raccoglimento.
Più si sente urlare, più c’è necessità di ricercare il silenzio e lasciare che queste urla finiscano nell’immensità dello spazio e si diluiscano, perché a dargli retta prenderanno forza e forma e ci confonderanno, ci faranno sentire inadeguati, e soprattutto impotenti.

Raccogliermi per aspettare di vedere il seme germogliare e all’improvviso uscire dalla terra, fino a poco prima apparentemente priva di vita.

Mentre guardo questi germogli sento di non volere dare ascolto a chi mi fa vivere e camminare come se fossi 24 ore su 24 in un precipizio.

Ho sete e fame di continuare ad apprendere da chi, nonostante tutto, continua a ricercare il senso e il valore della propria vita.

Li cerco ogni giorno e ne trovo molti, li trovo oltre quei muri pieni di crepe, di instabilità, muri che ostacolano la visione della vita, le potenzialità. Hanno piccoli gesti quali tenersi per mano, cercarsi, dirsi che ci siamo, e ci siamo per le cose semplici, perché se c’è qualcosa che in questo cammino sto trovando è la necessità di un quotidiano fatto di cose semplici.

Così come questi germogli ….

Eliana Brizio

 

Tratto da: https://www.noosoma.it/germogli/

Scrivi commento

Commenti: 0

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 130.075

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 75

Dati aggiornati

al 22-5-2022

---------------------------------

DATI SITO www.menteinpace.it
2014-2021
DATI SITO 2014-2021.pdf
Documento Adobe Acrobat 848.8 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA

Per comunicare emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  costituendo una redazione di una rivista crossmediale

 

a breve un canale youtube, una pagina facebook ed un sito web

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Alberto Arnaudo

POST COVID

Edizioni

Progetto & Cultura

 

Sono andato in pensione l’1 marzo del 2020. E, invece della tanto agognata libertà del “finalmente faccio quello che voglio quando voglio”, mi sono ritrovato tre mesi di arresti domiciliari!  
Così ho cominciato a buttar giù schizzi di sensazioni, brevi storie che riecheggiassero le esperienze straordinarie che tutti stavamo facendo in quel periodo, da pubblicare sulla mia pagina Facebook, per condividere emozioni e “tenere memoria” di quanto stava avvenendo: una condizione talmente fuori dal normale che, una volta superata l’emergenza, potrebbe essere rimossa e magari in gran parte dimenticata. Ma della quale sarebbe bene non scordare mai quel che ci ha tolto, insieme a ciò che ci ha insegnato. 

L'autore
Alberto Arnaudo, medico, ha diretto il Servizio di Patologia delle Dipendenze (SerD) di Cuneo fino al 2020. In pensione, si dedica ad attività di formazione nel campo delle Addiction, e può coltivare con maggior tranquillità la sua passione per la letteratura. 

CLICCA QUI

 

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI