PROGETTO RESTART AND RECOVERY (Coop. Proposta 80)

PROGETTO RESTART AND RECOVERY

Una rete di comunità per la salute mentale 

 

Con riferimento al bando di Fondazione Compagnia di San Paolo “Salute effetto comune – Promuovere la salute mentale delle comunità, il progetto Restart and Recovery. Una rete di comunità per la salute mentale è stato finanziato per l’ambito territoriale afferente il Centro di Salute Mentale di Cuneo. Il soggetto capofila è la Cooperativa Proposta 80, i partner di progetto sono la cooperativa Momo, il Comune di Cuneo, l’APS Casa del Quartiere Donatello, l’Associazione Menteinpace e l’ Associazione Di.A.Psi. Cuneo. Le azioni di progetto si svilupperanno in un arco temporale che va da Aprile 2021 a Dicembre 2022. Come da indicazioni del bando il Centro di Salute Mentale dell’ASL CN1 sede di Cuneo è coinvolto negli aspetti operativi poiché le azioni di progetto sono principalmente rivolte a promuovere percorsi di miglioramento della qualità di vita delle singole persone con disagio psichico. Ciò avverrà attraverso l’implementazione della rete territoriale di soggetti pubblici e privati che a diverso titolo si occupano di salute mentale e in particolare con la valorizzazione del ruolo delle associazioni di utenti dei servizi e delle associazioni dei familiari. I percorsi individualizzati si articoleranno su tre dimensioni del lavoro riabilitativo: la risocializzazione, l’inserimento lavorativo, l’abitare.

 

A livello operativo il progetto prevede al netto delle attività istituzionali di struttura (monitoraggio, comunicazione, diffusione risultati, ecc.) le seguenti azioni:

·         Promozione di un tavolo di coprogettazione tra enti pubblici e privati per favorire lo sviluppo di una rete tra soggetti presenti sul territorio disponibili a sostenere i percorsi individuali;

·         Articolazione di un processo selettivo partecipato che consenta l’individuazione dei destinatari dei percorsi;

·         Attivazione dei percorsi individuali e dei relativi tutoraggi.

 

Le risorse ottenute da progetto ammontano a 140.000 euro da impiegarsi nell’arco di venti mesi e dopo la rimodulazione saranno così destinate:

750 ore di educatore professionale per tutoraggio su area abitazione/domiciliarità;

900 ore di educatore professionale per tutoraggio su area socialità

Indennità di tirocinio socializzante 11.500 euro per 15 persone circa 750 a persona;

650 ore di educatore professionale per tutoraggio su area inserimenti lavorativi

Indennità di tirocinio lavorativo 30.000 euro per 15 persone circa 2.000 euro a pers.;

800 ore di educatore professionale su tutoraggio dei percorsi;

 

Potenzialmente i percorsi da attivare saranno 30 e saranno possibili modulazioni funzionali al quadro psicopatologico in atto. La non linearità dei percorsi è un dato che viene considerato imprescindibile, tuttavia si auspica l’attivazione di processi di recovery attraverso la mobilitazione e il supporto della comunità locale che consentano di tracciare una direzione nei percorsi individuali orientata al raggiungimento e al consolidamento degli obiettivi dei singoli percorsi. La procedura di selezione dei destinatari come da indicazioni del bando sarà un percorso partecipato tra i partner di progetto, i medici curanti del CSM e le persone coinvolte come potenziali destinatari. E’ prevista l’individuazione di circa 60 potenziali destinatari tra cui si selezioneranno circa 30 destinatari finali. Il ruolo degli psichiatri curanti del CSM di Cuneo sarà di proporre candidature proprie ed esprimere un parere circa le candidature di persone in carico al servizio provenienti dalle associazioni di familiari e di pazienti. Una volta terminato il processo partecipato di selezione fondato sulla condivisione dei criteri di scelta verrà richiesta ai medici psichiatri curanti la collaborazione con l’équipe di progetto circa la definizione degli obiettivi di un percorso con relativi monitoraggi in itinere.

 

 

Finalità complessiva dell’intervento è riattivare le risorse della singola persona all’interno della comunità locale attraverso una strutturata articolazione di sostegni e tutoraggi, con l’auspicio che il periodo di progetto consenta modificazioni della qualità di vita tali da poter avvantaggiarsi delle positive ricadute a livello terapeutico per orizzonti temporali protratti ben oltre la durata del progetto stesso. 

 

 

Per leggere il progetto nel dettaglio

vai alla pagina NOVITÀ ED INIZIATIVE

 

CLICCA QUI

 

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.211

Dati aggiornati al 24-1-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa Momo, MenteInPace, DiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

  

VISITA IL SITO WEB DI “ZONAFRANCA”

 

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Daniele Mencarelli

Fame d'aria

 Mondadori

Tra colline di pietra bianca, tornanti, e paesi arroccati, Pietro Borzacchi sta viaggiando con il figlio Jacopo. D'un tratto la frizione della sua vecchia Golf lo abbandona, nel momento peggiore: di venerdì pomeriggio, in mezzo al nulla. Per fortuna padre e figlio incontrano Oliviero, un meccanico alla guida del suo carro attrezzi che accetta di scortarli fino al paese più vicino, Sant'Anna del Sannio. Quando Jacopo scende dall'auto è evidente che qualcosa in lui non va: lo sguardo vuoto, il passo dondolante, la mano sinistra che continua a sfregare la gamba dei pantaloni, avanti e indietro. In attesa che Oliviero ripari l'auto, padre e figlio trovano ospitalità da Agata, proprietaria di un bar che una volta era anche pensione, è proprio in una delle vecchie stanze che si sistemano. Sant'Anna del Sannio, poche centinaia di anime, è un paese bellissimo in cui il tempo sembra essersi fermato, senza futuro apparente, come tanti piccoli centri della provincia italiana. Ad aiutare Agata nel bar c'è Gaia, il cui sorriso è perfetta sintesi del suo nome. Sarà proprio lei, Gaia, a infrangere con la sua spontaneità ogni apparenza. Perché Pietro è un uomo che vive all'inferno. "I genitori dei figli sani non sanno niente, non sanno che la normalità è una lotteria, e la malattia di un figlio, tanto più se hai un solo reddito, diventa una maledizione." Ma la povertà non è la cosa peggiore. Pietro lotta ogni giorno contro un nemico che si porta all'altezza del cuore. Il disamore. Per tutto. Un disamore che sfocia spesso in una rabbia nera, cieca. Il dolore di Pietro, però, si troverà di fronte qualcosa di nuovo e inaspettato. Agata, Gaia e Oliviero sono l'umanità che ancora resiste, fatta il più delle volte di un eroismo semplice quanto inconsapevole. Con "Fame d'aria", Daniele Mencarelli fa i conti con uno dei sentimenti più intensi: l'amore genitoriale, e lo fa portandoci per mano dentro quel sottilissimo solco in cui convivono, da sempre, tragedia e rinascita.

CLICCA QUI 

 

-----------------------------------------------------------