PROGETTO RESTART AND RECOVERY (Coop. Proposta 80)

PROGETTO RESTART AND RECOVERY

Una rete di comunità per la salute mentale 

 

Con riferimento al bando di Fondazione Compagnia di San Paolo “Salute effetto comune – Promuovere la salute mentale delle comunità, il progetto Restart and Recovery. Una rete di comunità per la salute mentale è stato finanziato per l’ambito territoriale afferente il Centro di Salute Mentale di Cuneo. Il soggetto capofila è la Cooperativa Proposta 80, i partner di progetto sono la cooperativa Momo, il Comune di Cuneo, l’APS Casa del Quartiere Donatello, l’Associazione Menteinpace e l’ Associazione Di.A.Psi. Cuneo. Le azioni di progetto si svilupperanno in un arco temporale che va da Aprile 2021 a Dicembre 2022. Come da indicazioni del bando il Centro di Salute Mentale dell’ASL CN1 sede di Cuneo è coinvolto negli aspetti operativi poiché le azioni di progetto sono principalmente rivolte a promuovere percorsi di miglioramento della qualità di vita delle singole persone con disagio psichico. Ciò avverrà attraverso l’implementazione della rete territoriale di soggetti pubblici e privati che a diverso titolo si occupano di salute mentale e in particolare con la valorizzazione del ruolo delle associazioni di utenti dei servizi e delle associazioni dei familiari. I percorsi individualizzati si articoleranno su tre dimensioni del lavoro riabilitativo: la risocializzazione, l’inserimento lavorativo, l’abitare.

 

A livello operativo il progetto prevede al netto delle attività istituzionali di struttura (monitoraggio, comunicazione, diffusione risultati, ecc.) le seguenti azioni:

·         Promozione di un tavolo di coprogettazione tra enti pubblici e privati per favorire lo sviluppo di una rete tra soggetti presenti sul territorio disponibili a sostenere i percorsi individuali;

·         Articolazione di un processo selettivo partecipato che consenta l’individuazione dei destinatari dei percorsi;

·         Attivazione dei percorsi individuali e dei relativi tutoraggi.

 

Le risorse ottenute da progetto ammontano a 140.000 euro da impiegarsi nell’arco di venti mesi e dopo la rimodulazione saranno così destinate:

750 ore di educatore professionale per tutoraggio su area abitazione/domiciliarità;

900 ore di educatore professionale per tutoraggio su area socialità

Indennità di tirocinio socializzante 11.500 euro per 15 persone circa 750 a persona;

650 ore di educatore professionale per tutoraggio su area inserimenti lavorativi

Indennità di tirocinio lavorativo 30.000 euro per 15 persone circa 2.000 euro a pers.;

800 ore di educatore professionale su tutoraggio dei percorsi;

 

Potenzialmente i percorsi da attivare saranno 30 e saranno possibili modulazioni funzionali al quadro psicopatologico in atto. La non linearità dei percorsi è un dato che viene considerato imprescindibile, tuttavia si auspica l’attivazione di processi di recovery attraverso la mobilitazione e il supporto della comunità locale che consentano di tracciare una direzione nei percorsi individuali orientata al raggiungimento e al consolidamento degli obiettivi dei singoli percorsi. La procedura di selezione dei destinatari come da indicazioni del bando sarà un percorso partecipato tra i partner di progetto, i medici curanti del CSM e le persone coinvolte come potenziali destinatari. E’ prevista l’individuazione di circa 60 potenziali destinatari tra cui si selezioneranno circa 30 destinatari finali. Il ruolo degli psichiatri curanti del CSM di Cuneo sarà di proporre candidature proprie ed esprimere un parere circa le candidature di persone in carico al servizio provenienti dalle associazioni di familiari e di pazienti. Una volta terminato il processo partecipato di selezione fondato sulla condivisione dei criteri di scelta verrà richiesta ai medici psichiatri curanti la collaborazione con l’équipe di progetto circa la definizione degli obiettivi di un percorso con relativi monitoraggi in itinere.

 

 

Finalità complessiva dell’intervento è riattivare le risorse della singola persona all’interno della comunità locale attraverso una strutturata articolazione di sostegni e tutoraggi, con l’auspicio che il periodo di progetto consenta modificazioni della qualità di vita tali da poter avvantaggiarsi delle positive ricadute a livello terapeutico per orizzonti temporali protratti ben oltre la durata del progetto stesso. 

 

 

Per leggere il progetto nel dettaglio

vai alla pagina NOVITÀ ED INIZIATIVE

 

CLICCA QUI

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 95455

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 70

Dati aggiornati

al 11-05-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

Francesco De Filippo

Maria Frega

Filosofia per i prossimi umani

Come sarà la nostra vita tra vent'anni secondo

letterati, storici, antropologi e climatologi

 

Giunti Editore

 

Se vi chiedessero all'improvviso: pensate a un'immagine che possa rappresentare la nostra realtà occidentale contemporanea, cosa vi verrebbe in mente? Forse una risposta azzeccata potrebbe essere quella di una comunità nevrotica, instancabile, ebbra di miliardi di connessioni, relazioni, produzioni, che corre disperatamente, ma priva di meta e senza avere uno specifico obiettivo. Ciò che manca in questa immagine è un orientamento, una consapevolezza, un senso; in una parola, filosofia. È il paradosso che serpeggia nelle nostre società: scarseggia non la materia di Socrate e Kant, considerata oggi disciplina antica, lenta, apparentemente incompatibile con i social, la genetica, le neuroscienze, i viaggi spaziali; ma ciò che da essa scaturisce: la capacità di critica, di riflessione e comprensione delle dinamiche sociali e della relazione tra l'essere umano e il contesto in cui trascorre la propria esistenza. Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione tecnologica e la necessità di "avvolgere" tutti i cambiamenti in un reticolo di nuovo umanesimo, si fa ancora più urgente. Potremmo dire che abbiamo individuato il paradosso dopo aver terminato il precedente volume Prossimi umani, una fotografia del mondo come sarà dal punto di vista scientifico-tecnologico. Un'incoerenza che questo nuovo libro tenta di risolvere con un approccio umanistico, nella convinzione che non solo scienziati ma filosofi, sociologi, giornalisti e letterati siano chiamati a rispondere a domande sul ruolo degli esseri umani in un mondo di macchine e robot, all'organizzazione da dare a comunità composte da uomini frutto di modifiche genetiche o neuronali, alle cautele da adottare per difendersi da un pianeta controllato da quattro o cinque technocorporations.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI