21° INCONTRO NAZIONALE PAROLE RITROVATE E PROSSIMO COORDINAMENTO NAZIONALE

DA renzodestefani48@gmail.com

A  menteinpace@libero.it

 

Carissime & Carissimi

 

Prima di dedicarmi al 21° Incontro vi segnalo che il prossimo coordinamento nazionale si terrà sabato 21 agosto dalle 9.30 alle 12.30. Oltre agli ultimi ritocchi dell’Incontro nazionale si parlerà degli eventi che metteremo in pista da settembre a fine anno e di altri argomenti che in questi 2 ultimi mesi sono rimasti in sospeso per dare spazio a Rimini ( Legge sui TSO, dépliant nazionale Parole ritrovate, ultime dall’India e altro ancora).

 

Il nostro 21° Incontro nazionale si sta rapidamente avvicinando e il desiderio di tutti noi è che sia un grande successo di partecipazione e di quel clima di affettività e di amicizia che hanno caratterizzato tutti i nostri Incontri nazionali.

 

Naturalmente sarà un incontro 'particolare' dove il Covid limiterà ancora le presenze e questo non ci fa piacere. Ma siamo sicuri che sabato 4 settembre chiuderemo l'Incontro con la gioia di sempre, anche a fronte della tante cose che Parole ritrovate ha fatto in questo difficile periodo e che si sta apprestando a fare nei prossimi mesi.

Il vostro sempre più antico segretario ha trascorso il mese di luglio al sole e al mare di Formentera e ha lasciato onori e oneri del lavoro a Max e Andrea, i parmensi che hanno preso in mano con passione e competenza l'organizzazione dell'Incontro.

Ora sono tornato e riprendo le mie usuali mail, sapendo che l'Incontro nazionale è in ottime mani e questa mail si limiterà ad un promemoria delle cose che ci aspettano da qui a Rimini.

 

La prima cosa da ricordare è la lettura attenta della brochure dell'Incontro che vi riallego per memoria e su cui, naturalmente se la leggete, trovate tutte le info necessarie (vedi anche il link a fine articolo, dal sito www.lettera27aps.com).

 

Vi ricordo le cose più importanti

1. La Sala dove si terrà l'Incontro ci è stata messa a disposizione dal Comune di Rimini coi buoni uffici della UISP e il lavoro dei nostri parmensi. La Sala ha una capienza di 150 posti e il Comune chiede che chi vi accede sia in possesso del Green PassE' stato un tema che ci ha fatto discutere a lungo in un coordinamento di giugno, ma che ci ha alla fine trovati concordi che il Green Pass (nei termini in cui il Governo lo sta definendo in questi giorni)  va visto come un atto di protezione e di responsabilità verso noi stessi e i membri tutti di Parole ritrovate. Per questo si è reso necessario predisporre una pre-iscrizione che implica la compilazione di un format a cui si accede cliccando sulla brochure sul link https://www.lettera27aps.com/eventi

La pre-iscrizione, che va fatta entro il 20 agosto, ci darà il numero delle persone intenzionate a venire. Se saranno sotto le 150 non vi saranno 'problemi' di partecipazione. Se saranno di più dovremo fare una 'selezione' che dovrà purtroppo escludere qualcuno per restare entro i 150 previsti e che verrà fatta in modo da garantire una rappresentanza a tutte le regioni italiani e una proporzionalità ai relativi gruppi.  Entro il 25 agosto tutti quanti si saranno pre-iscritti riceveranno una mail in cui sarà confermata o meno la loro iscrizione. Capiamo che non è una scelta 'felice', ma è sicuramente la meno 'infelice' che siamo stati capaci di trovare. 

2. Se è acquisito che i posti nella Sala saranno 150, l'Incontro potrà essere visto in diretta streaming su Facebook. Lo si potrà vedere restando a casa propria, ma una buona alternativa è venire comunque a Rimini, anche se non si è nei 150 'fortunati' e seguire la diretta streaming sul proprio cellulare (magari dalla spiaggia) o nell'albergo dove si è alloggiati usando il proprio portatile o un computer dell’albergo. In questo modo si potrà comunque trovarsi assieme la sera o partecipare ad attività sportive che saranno fatte in contemporanea al nostro Incontro.

3. Prenotazione Alberghi convenzionati a prezzi molto contenuti come vedete sulla BrochurePer prenotarsi occorre mandare una mail a simona.gattei@gmail.com

con i vostri dati e le vostre esigenze in termini di camere e a quale formula di ospitalità siete interessati, mezza pensione, pensione completa o altro. E' anche

possibile telefonare al 335 459676, tuttavia è meglio usare la posta elettronica. Riceverete una mail di conferma. Non ci sono problemi di posti in quanto tramite la UISP e gli amici parmensi sono stati opzionati un buon numero di posti letti e altri saranno disponibili, al limite anche fuori degli alberghi convenzionati. Come scritto nella Brochure, chi volesse alloggiare in Alberghi non convenzionati a più stelle, può rivolgersi all'Ufficio dell'Ospitalità Turistica di Rimini al tel.0541 56902 - 53399.

4. Qualcuno ha trovato qualche difficoltà a compilare il format di pre-iscrizione nella parte in cui le domande sono in inglese. Non è una scelta dei parmensi ma un vincolo posto dal programma. Segnalo quelli in inglese da compilare: adress: indirizzo; city: città; zip code: codice di avviamento postale. Il pulsante più importante è quello in fondo di color arancio dove è scritto submit che sta per invia. Quindi dopo aver compilato il format occorre cliccare su submit e l’operazione è conclusa!

5. INFO IMPORTANTE! Come sempre iscriversi a un evento è un atto che molti rinviano all'ultimo minuto per motivi diversi, pigrizia compresa! In questo caso la richiesta è di pre-iscriversi quanto prima per evitare affollamenti dell'ultimo minuto che metterebbe sia voi che noi in difficoltà. Quindi please pre-iscrivetevi oggi stesso!!!!

Altre info le trovate sulla Brochure e ve le risparmio.

Quello che non vi risparmio è un arrivederci a Rimini!!!!!

Dal vostro centenario segretario

Baci Tanti

 

Renzo  De Stefani

 

PER IL PROGRAMMA, LA PRE-ISCRIZIONE

E LA MAPPA

CLICCA SUL LINK

https://www.lettera27aps.com/eventi

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 109.309

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 114

Dati aggiornati

al 25-09-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Farhad Bitani

L'ultimo lenzuolo bianco

Edizioni Neri Pozza

 

«Sono tante, forse troppe, le cose che ho visto nei miei primi trentatré anni di vita. Adesso le racconto. Ho lasciato le armi per impugnare la penna. Traccio i fatti senza addolcirli, senza velarli. Dopo aver vissuto l’infanzia, l’adolescenza e la prima giovinezza nell’ipocrisia, ho un tremendo bisogno di verità».

Inizia così la sconvolgente testimonianza di Farhad Bitani, ex capitano dell’esercito, un giovane uomo che ha attraversato da osservatore privilegiato la storia dell’Afghanistan: dal potere dei mujaheddin ai talebani fino al governo attuale, che vive sotto l’ombrello occidentale.
Farhad nasce a Kabul nel 1986, ultimo di sei fratelli. Suo padre è un generale dell’esercito di Mohammad Najibullah Ahmadzai, il quarto e ultimo presidente della Repubblica Democratica dell’Afghanistan. Ma, con la presa del potere da parte dei 
mujaheddin, nel 1992, le cose cambiano. Solo rinnegando il passato e diventando un mujahed, il padre di Farhad avrà salva la vita.

Da quel momento l’esistenza del giovane Farhad cambia radicalmente. La sua famiglia si trasferisce in una grande casa, presidiata dagli uomini della scorta. È a loro che Farhad chiede in prestito le armi, per i suoi giochi di bambino. Quello che sogna è un futuro da combattente, alla testa di un manipolo di uomini. Sparare, uccidere, avere potere e ricchezza: non c’è nulla che desideri di più. Ma le cose sono destinate a mutare ancora. Quando i talebani strappano il potere ai mujaheddin, la sua famiglia cade in disgrazia. Mentre suo padre si trova in prigione, Farhad conosce la fame, la miseria, l’indottrinamento forzato all’Islam. Condotto allo stadio, viene costretto ad assistere alle lapidazioni del venerdì, le punizioni per gli infedeli, coloro che trasgrediscono le leggi del fondamentalismo. Sarebbe facile cedere all’imbarbarimento, credere a ciò che viene inculcato, diventare come coloro che professano la pace, alimentando la guerra. Ma se fosse possibile un destino diverso? Si può attraversare l’inferno e uscirne redenti?
Da guerriero islamista a dialogatore per la pace, attraverso questo libro possente e drammatico Farhad Bitani offre al mondo il vero volto dell’Afghanistan, raccontando in maniera vivida la guerra civile, la violenza gratuita, le perversioni del potere e l’uso della religione come strumento politico. 

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI