LE PILLOLE DI VINCENZO (2)

LE PILLOLE DI VINCENZO (2)

Le uniche pillole che fanno bene senza avere effetti collaterali

                                  

 

Ci siamo ritrovati in eredità questa aquila, simbolo dell'Albania. Fu una badante di mia suocera, scomparsa anni fa, che gliela regalò. Faccio questa premessa perché andando a Bari in visita ad una zia lei ci riferì lo sbarco di tanti albanesi in quel porto. Con commozione, e le immagini che tutto il mondo riprese, ci fecero capire la fortuna che avevamo noi rispetto a questa parte di "popolo" che, vedendo i nostri programmi, conosceva lingua ed abitudini per loro inimmaginabili. Non so perché mi soffermo su questo aspetto o forse perché per tanti nell'Occidente noi non eravamo bianchi, ma non "black". Insomma quello che sembra assurdo è da considerarsi un vero e proprio "pregiudizio" : virgolettato in quanto chi non ha almeno una "lacuna"?!

 

Quante Cose interessanti Da un'aquila ahimé defunta

(Giovanna Garbarino, volontaria MenteInPace)

Perché defunta? Tu pensa, così proprio per scendere nel banale, la squadra della Lazio, per me valgono solo i romanisti, ma per i tifosi laziali è proprio L'aquila il loro simbolo. Ma per rimanere in tema, in tempi pre-covid facevano correre un'oca nel campo da calcio. Ripeto per me tutti gli animali hanno uguale dignità, dai rapaci alle formiche. E non è detto che non ci sia un posticino anche nell'aldilà, ciò è del tutto soggettivo, però non mi sento di escludere nessun essere vivente dal mondo. Beh qualcuno mi lascia "perplesso", però fauna e flora e chi vuoi tu possiamo integrarci. Forse nulla è perduto veramente : mi vien addirittura in mente molte ere addietro. Anzi ti dico che paragonando dall'inizio del mondo sembra che solo l'ultima settimana è stata riempita da forme di vita. L'uomo chissà solo poche ore. Siamo una goccia, per me, nel grandi "buchi neri" e astri... Speriamo...

 

Vincenzo Fiorito

 

Volontario di MenteInPace

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 115.917

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 103

Dati aggiornati

al 07-12-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Umberto Galimberti 

Il libro delle emozioni

Feltrinelli, 2021

 

La mente e il cuore. Platone invita a privilegiare la mente razionale capace di governare le passioni del cuore. Ma noi non possiamo dimenticare che anche il cuore ha le sue ragioni. Anzi, prima che la mente giungesse a guidare la vita dell’uomo, per i nostri antenati la vita era governata dal cuore, che con le sue sensazioni giungeva a capire, come peraltro fanno gli animali, in modo rapido e senza riflettere, che cosa è vantaggioso e che cosa è pericoloso per il mantenimento della vita. Il cuore promuove le azioni più rapidamente della ragione e senza troppo indugiare sul da farsi, perché il mondo non è ospitale e i pericoli, che sono a ogni passo, richiedono decisioni immediate. Le decisioni del cuore sono promosse dalle emozioni come la paura che il cuore avverte di fronte al pericolo, o come il desiderio che approda all’accoppiamento per la preservazione della specie. Tutto questo senza riflettere, perché la luce della ragione ancora non c’è. La nostra è un’epoca di spaventosa espansione della razionalità tecnica. Da un lato, questa espansione impone la rimozione delle emozioni e dall’altro innesca una reazione di ritirata emotiva nel proprio sentimento, assunto come unica legge di vita. A questo si aggiungono la ricerca costante di visibilità e di notorietà, che trasformano le nostre emozioni in merci. Ma allora siamo ancora capaci di riconoscere che cosa sia un’emozione? Umberto Galimberti costruisce un cammino straordinario nelle profondità del nostro vissuto e ci insegna a ritrovare il nostro spazio intimo, cioè lo spazio che si nega al pubblico per concederlo a chi si vuol fare entrare nel proprio segreto profondo e spesso ignoto a noi stessi.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI