LETTERA CONTRO SOSPENSIONE ASSEGNO MENSILE DI INVALIDITÀ

LETTERA CONTRO SOSPENSIONE

ASSEGNO MENSILE DI INVALIDITÀ

 

Alla lettera ha aderito anche la nostra associazione MenteInPace – Forum per il ben-essere psichico

 

DA ilbandolo@ilbandolo.org

27/10/2021 16:19

A  menteinpace@libero.it

 

Alla Ministra per la disabilità Dott.ssa Erika Stefani

 

Al direttore generale INPS Dott.ssa Gabriella De Michele

 

Oggetto: sospensione assegno mensile di assistenza di cui al messaggio 3495 del 14.10.2021

 

Da molti anni l’Associazione Il Bandolo si impegna nella tutela dei diritti delle persone con esperienza di sofferenza mentale e delle loro famiglie. E proprio in tema di diritti, apprendiamo con sconcerto e preoccupazione il messaggio numero 3495 del 14 ottobre a firma del direttore generale dell’INPS Gabriella De Michele in cui si dice che dal 14 ottobre 2021 in poi "l'assegno mensile di assistenza di cui all'articolo 13 della legge n. 118/1971, sarà pertanto liquidato, fermi restando tutti i requisiti previsti dalla legge, solo nel caso in cui risulti l'inattività lavorativa del soggetto beneficiario". Questa misura rischia di compromettere seriamente il percorso di autonomia e di indipendenza economica che molte persone con sofferenza mentale (o altre disabilità) hanno faticosamente intrapreso. Il pericolo è che, ancora una volta, si vada a colpire i soggetti e le famiglie più fragili che già hanno pagato e pagano un prezzo importante sia a livello sociale che sanitario durante la loro vita, il loro percorso nella collettività e, ancor più, nel periodo della pandemia. Tale misura – che affronta in modo sommario il tema dell’inattività – rischia di incrementare il livello di isolamento e di emarginazione che ancora troppo spesso caratterizza la vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Ci auguriamo che tale provvedimento venga riesaminato al fine di evitare di produrre ulteriori danni a persone che già si trovano in situazione di fragilità.

 

Torino, 27.10.2021

 

Il Presidente dell’Associazione “Il Bandolo” Nicola Emilio Iozzo

 

 

Liquidazione dell’assegno mensile di invalidità di cui all’articolo 13 della legge 30 marzo 1971, n. 118. Requisito di inattività lavorativa. Chiarimenti

 

PER VISUALIZZARE IL TESTO COMPLETO DEL MESSAGGIO DAL SITO INPS

CLICCA QUI

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.978

Dati aggiornati al 6-2-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa MomoMenteInPaceDiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Diego Anghilante

Abeio Abeio

Neo-ruralismo e follia

 

Editore Araba Fenice

 

Louren, un occitano di ritorno, carico di illusioni, incapace di vivere l’oggi, che prepara ieri il domani, cadendo nella trappola di un’equazione da principiante “Occitania = ruralità a tutti i costi” con tutto il suo corollario di equivoci e forzature, carico di sfiga, che è riuscito a nascere e a vivere nel posto e nel tempo sbagliati. (...)

Lui, che si confronta con i reires, guarda tra lo stranimento e l’ammirazione gli ultimi eredi cialtroni di una formidabile tradizione magliara, viene calpestato dalle pantofole stantie dei condannati all’ergastolo villeggiante. Louren, che scambia insulti pirotecnici con l’ultimo portatore di “berretto a sonagli”, che viene risucchiato lentamente non dai vortici di un torrente in piena, ma dal gorgo di un lavandino domestico, con l’acqua sporca dei piatti accumulati, verso un orizzonte nei tubi, scuro e difficile.

 

Dalla Prefazione di Sergio Berardo

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------