AUGURI DAGLI AMICI CA.RI. DI ASTI

UN NUOVO AUGURIO, SEMPRE DI CUORE,

DA PATRIZIA PORCELLANA E

DAGLI AMICI CA.RI.!

 

DA amici.cari19@gmail.com

22/12/2021 21:33

A  menteinpace@libero.it  

 

Sta per terminare il 2021, un anno caratterizzato da una seconda, quasi totale, inattività da parte di noi volontari dell’Associazione   AMICI   CA.RI.   ODV   di   Asti   presenti,   tra Piemonte e Liguria, da ben venticinque anni, in tante Case di Riposo e Comunità. E le nostre, è giusto ricordarlo, non sono   state   nel   tempo   solo   gioiose,   seppur   importanti, animazioni   musicali,   ma   anche   progetti   culturali   veri   e propri, occasioni studiate, in accordo con direttori, terapisti occupazionali e animatori, caldamente volute dai residenti d’ogni età, realizzate allo scopo di trasmettere ancora e sempre voglia di vivere, di sentirsi partecipi dell’umana società.

E anche quest’anno, riproponendomi negli apprezzati panni di   Regina   d’Inverno,   con   l’ultimo   abito   indossato   in occasione dei “Pomeriggi natalizi della gioia 2019 – inizio 2020”, è mio desiderio far giungere ai lettori di questo mio messaggio un augurio che reputo... “speciale”.

Consiste nello sforzarsi di accogliere nel cuore, come ho cercato di fare io in questi lunghi mesi, due sentimenti che, secondo   me,   sono   indispensabili,   ora   più   che   mai,   per riprendere il cammino della vita.

Il primo è la speranza in un futuro più roseo, e subito accanto ecco la serenità di spirito, sentimenti davvero da condividere, prima di tutto con coloro che ci vivono accanto, e   poi   da   trasferire,   tramite   significativi   messaggi   e affettuose, non formali, telefonate, al nostro prossimo, ai nostri... amici “vicini e lontani” riprendendo il saluto di Nunzio Filogamo!

 

Patrizia Porcellana

 

Amici Ca.Ri. OdV – Asti

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.978

Dati aggiornati al 6-2-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa MomoMenteInPaceDiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Diego Anghilante

Abeio Abeio

Neo-ruralismo e follia

 

Editore Araba Fenice

 

Louren, un occitano di ritorno, carico di illusioni, incapace di vivere l’oggi, che prepara ieri il domani, cadendo nella trappola di un’equazione da principiante “Occitania = ruralità a tutti i costi” con tutto il suo corollario di equivoci e forzature, carico di sfiga, che è riuscito a nascere e a vivere nel posto e nel tempo sbagliati. (...)

Lui, che si confronta con i reires, guarda tra lo stranimento e l’ammirazione gli ultimi eredi cialtroni di una formidabile tradizione magliara, viene calpestato dalle pantofole stantie dei condannati all’ergastolo villeggiante. Louren, che scambia insulti pirotecnici con l’ultimo portatore di “berretto a sonagli”, che viene risucchiato lentamente non dai vortici di un torrente in piena, ma dal gorgo di un lavandino domestico, con l’acqua sporca dei piatti accumulati, verso un orizzonte nei tubi, scuro e difficile.

 

Dalla Prefazione di Sergio Berardo

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------