BUDGET RISERVATO ALLA SALUTE MENTALE. Lettera dell’Associazione Insieme

Buonasera a tutti
in allegato troverete una lettera che vi chiedo di leggere con attenzione
Sarebbe bello ed importante portare questa lettera tutti insieme, per dare forza alle nostre voci e riuscire o almeno provare a fare piccoli passi per il cambiamento.
In attesa di un vostro riscontro e speranzosa di una vostra collaborazione

A presto

 

Franca Piatti
Associazione Insieme APS

 

DA associazione.insieme@tiscali.it

1/12/2021 19:43

A  menteinpace@libero.it

              

Al Presidente Regione Piemonte Alberto Cirio      

All’assessore dr. Luigi Icardi

Al Direttore regionale dr. Minola

Al Direttore ASL Città di Torino dr.  Picco

Al Direttore del DSM dr. Rosa

Al Sindaco Metropolitano ing. Lo Russo

 

OGGETTO: Comunicazione Importante – Budget riservato alla Salute Mentale

 

Gentilissimi, abbiamo letto sui quotidiani cittadini dell’impegno della Regione Piemonte ad allocare 535 milioni di euro entro fine anno.

Ci sembrerebbe opportuno che il budget della salute mentale sia rivisto dato che da anni, esattamente dagli anni del piano di rientro, è al di sotto della media nazionale.

Già il finanziamento per la salute mentale è ben al di sotto del famoso 5% e si attesta ad una media nazionale intorno al 3,5% e il Piemonte è ben al di sotto di questa media.

I quaderni della SIEP (Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica) è dal 2015 che evidenziano in modo chiaro le difficoltà del Piemonte nell’approccio al governo territoriale e nell’eccesivo uso di strutture residenziali che altro non è che l’epifenomeno della difficile gestione del territorio.

Siamo convinti che l’aumento del budget disponibile renda possibile l’aumento del personale, strumento cardine per la cura della malattia mentale, e per la sua formazione indispensabile per produrre risultati clinici ed un’organizzazione recovery–oriented di cui spesso sentiamo parlare negli incontri, ma che ci sembra molto lontana dalla realtà quotidiana dei servizi.

Auspicando che sia interesse comune implementare e consolidare i servizi per migliorare l’approccio alla malattia mentale, porgiamo distinti saluti rinnovando il nostro costante impegno a fianco dei nostri famigliari in difficoltà.

 

 

PER VISITARE IL SITO DELL’ASSOCIAZIONE INSIEME A.P.S.

CLICCA QUI

 

Associazione Insieme A.P.S.

Via Eritrea 20, 10142 – Torino

 

associazione.insieme@tiscali.it

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Beatrice volontaria MenteInPace Cuneo (giovedì, 06 gennaio 2022 11:43)

    Condivido pienamente la necessità di implementare il personale sul territorio e di formarlo adeguatamente. Solo così noi, associazioni di volontariato, potremo lavorare su progetti concreti di Recovery, in sinergia costruttiva con i servizi territoriali. I soggetti affetti da disagio psichico hanno il DIRITTO di vivere la vita al meglio delle loro possibilità e noi, il DOVERE di aiutarli.

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

139.609

Dati aggiornati al 04-10-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA,

Per comunicare 

emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  con l’obiettivo di costituire una redazione di una rivista crossmediale.

 

Il progetto è condotto da Silvia Bongiovanni dell’Associazione culturale Kosmoki. Rientra nel più ampio progetto Restart & Recovery che ha come capofila la Cooperativa sociale “Proposta 80”. Partecipa anche la Cooperativa sociale “Momo” e l’Associazione “MenteInPace”.

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Ivan Cavicchi

Oltre la 180
 
Castelvecchi editore

 

Sono passati più di quarant’anni da quando Franco Basaglia, coraggioso riformatore, ha realizzato il sogno di curare la malattia mentale senza i manicomi. La “sua” legge 180 doveva rivoluzionare l’intera cultura psichiatrica, ma la riforma del 1978 si è presto incagliata in ostacoli culturali, sociali, ideologici e organizzativi ed è ormai inadeguata nel fronteggiare i problemi della società contemporanea e dei nuovi malati. Ivan Cavicchi spiega perché il progetto di Basaglia è in realtà incompiuto e come la psichiatria sia ancora in larga parte da riformare, e propone di andare “oltre la 180”, rimuovendone le contraddizioni interne e sfondando il muro dell’apologia per evitare il rischio di regressività o di controriforma. Particolare attenzione va riservata ai professionisti sanitari che si occupano delle esistenze delle persone e dei loro “equilibri” nei contesti di vita e di lavoro, di ogni età e di ogni condizione sociale: un’adeguata riforma delle prassi degli operatori della salute mentale è infatti la più grande sfida del futuro della psichiatria e di tutta la medicina.

 

L’Autore

Ivan Cavicchi è filosofo della medicina, sociologo e antropologo; insegna all’Università Tor Vergata di Roma. 

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------