SETTE MILIONI DI EURO PER L’ASSISTENZA DEI MALATI PSICHIATRICI

SETTE MILIONI DI EURO PER L’ASSISTENZA DEI MALATI PSICHIATRICI

 

 

articolo segnalato da Sebastiano Piglia

DiAPsi Mondovì-Ceva

 

 

Comunicato stampa

Consiglio Regionale Piemonte

 

20 Dicembre 2021

Sette milioni di euro in più per l’assistenza sociosanitaria dei malati psichiatrici. Questo lo stanziamento annunciato oggi dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi. È quanto si propone lo schema di delibera della Giunta regionale di “Riforma del sistema della residenzialità psichiatrica in Piemonte. Revoca parziale delle delibere di Giunta. 30-1517 del 2015, 29-3944 del 2016, 14-4590 del 2017 e 41-6886 del 2018”, cui la Commissione Sanità, presieduta da Alessandro Stecco, ha espresso parere preventivo favorevole all’unanimità.

L’obiettivo principale è mettere al centro i bisogni dei circa 500 pazienti psichiatrici che necessitano di assistenza sociosanitaria costante e gravare il meno possibile sulle loro famiglie, sollevandole dalla compartecipazione alle spese grazie al passaggio dal comparto sociosanitario a quello sanitario.

“Tra le principali novità introdotte dal provvedimento, che stanzia complessivamente 7 milioni di euro – ha spiegato l’assessore – c’è l’introduzione della libertà di scelta del luogo di cura e l’obbligatorietà per ogni struttura di pubblicare la carta dei servizi per consentire ai familiari dei pazienti di valutare la più adeguata ai bisogni di cura e la decisione che il 30% delle ore svolte dagli operatori sia finalizzato alla riabilitazione e al reinserimento sociale. E, ancora, l’istituzione di un unico Osservatorio regionale con compiti di gestione e di verifica al posto degli attuali sette e l’aggiornamento degli scaglioni delle spese di compartecipazione dell’utenza e dei Comuni alla retta giornaliera per tutte le tipologie di comunità psichiatrica”.

Nel corso del dibattito sono intervenuti per la minoranza Marco Grimaldi (LEU) e Francesca Frediani (M4O) che, pur sottolineando la bontà del provvedimento, hanno espresso rispettivamente la necessità di prevedere interventi anche per i minori con problemi psichiatrici, soprattutto nel momento del passaggio alla maggiore età, e per i carcerati.

Carlo Riva Vercellotti (Fdi) e Sara Zambaia (Lega) hanno ringraziato l’Esecutivo per il lavoro svolto e per le risorse messe a disposizione.

 

Tratto da:

 

http://www.cr.piemonte.it/web/comunicati-stampa/comunicati-stampa-2021/526-dicembre-2021/10505-sette-milioni-di-euro-per-l-assistenza-dei-malati-psichiatrici

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Concetta (mercoledì, 29 dicembre 2021 14:16)

    E per quelli che da sempre sono a carico delle famiglie esauste? Previsto nessun sollievo?

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 120.336

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 94

Dati aggiornati

al 24-1-2022

---------------------------------

DATI SITO www.menteinpace.it
2014-2021
DATI SITO 2014-2021.pdf
Documento Adobe Acrobat 848.8 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Claudio Giunta

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente?»

L'educazione civica, la scuola, l'Italia

Rizzoli, 2021

 

Agile, ironico, allo stesso tempo equilibrato e tagliente, ma soprattutto profondamente antimanicheo, questo libro riflette con intelligenza sugli spazi, i tempi, i metodi e i contenuti di un approccio alla scuola che non sembra più in grado di intercettare i veri bisogni educativi dei ragazzi italiani, e osserva secondo una prospettiva nuova un insegnamento cruciale che fin qui è stato affrontato in maniera sconclusionata, retorica e persino controproducente.

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente, perché mai la scuola e lo Stato dovrebbero impedirmelo?» Claudio Giunta se l'è sentito chiedere da una studentessa alla fine di una lezione in un liceo. Una domanda niente affatto banale – anzi, acuta e attualissima – che avrebbe meritato una risposta chiara e articolata, se un insegnante non l'avesse subito bollata come «provocazione», troncando ogni possibilità di dialogo. Questo libro nasce anche dal desiderio di dare una risposta sensata al quesito che la studentessa ha posto con ovvio intento polemico: «Lo Stato e la scuola» osserva Giunta «non dovrebbero impedirle di diventare una fascista intelligente, ma dovrebbero agire in modo tale da non fargliene venire la voglia, e prima della voglia l'idea».

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI