DONNE, CALCIO, QUIRINALE ecc… (Alice Lorenzin)

 

 

Avevo appena acceso la TV e qualcuno stava intervistando una ragazza, una calciatrice. Ho prestato attenzione, la calciatrice era simpatica, E subito dopo hanno trasmesso proprio una partita di calcio femminile.  Fra le giocatrici c’era ovviamente l’intervistata.

Non ho mai guardato le partite di calcio, mi annoiano, tanto più che non conosco le regole e non le voglio nemmeno conoscere.

Se lo dico, c’è sempre qualcuno che si offre gentilmente di spiegarmele, ma altrettanto gentilmente (spero) rifiuto ringraziando, dicendo che ci sono tante altre cose da fare nella vita e che seguire il calcio non è una mia priorità e non mi diverte. In fondo i calciatori sono solo uomini che si prendono tanto sul serio mentre stanno semplicemente correndo su un campo e rincorrendo un pallone per dargli un calcio e farlo andare da qualche parte se nessuno dell’altra squadra riesce a intervenire in modo da impedirglielo. 

Posso solo capire chi, sia uomo o donna, gioca per il piacere di giocare, per lo sport. Ma quelli che si esibiscono in TV e sono tanto famosi non mi coinvolgono. Hanno già tanti ammiratori, non hanno bisogno di me.

Non riesco proprio ad appassionarmi a queste vicende di maschi e di pallone, con tutto il giro di soldi e di pubblicità che gira intorno: è sicuramente un mio limite.  

Però m’interessava che in questo caso si affrontassero due squadre femminili, . 

E che la partita fosse diffusa su un canale nazionale. Segno di un cambiamento lento in atto? Senz’altro.

 

La questione femminile rimane sempre un problema multiforme e cardine delle nostre società. A tutti i livelli. 

E, chissà come, mi viene da pensare a quella che chiamano in questi giorni la « partita del Quirinale «. Si sente parlare di trattative, di strategie, di incontri segreti, di tentativi di acquisto di voti. Non è un bel sentire. Ma in fondo, non somiglia al linguaggio del calcio mercato? 

La partita sembra particolarmente difficile e litigiosa.

Chi vorrebbe uscire da questo pantano politico e non difende interessi troppo personali suggerisce di eleggere alla Presidenza della Repubblica una persona che sappia essere al di sopra della parti.  Certo …. In questo contesto alcuni suggeriscono di nominare una donna, ovviamente competente: non è un suggerimento nuovo. Nomi femminili spuntano ad ogni elezione presidenziale, ma poi si passa alle cose serie, e lo dico con ironia : ad ogni giro di votazione solo nomi di maschi  sono degni  delle urne. I nostri parlamentari italiani, quelli che eleggono il Capo dello Stato, non sembrano molto disposti a cedere il potere.

Ci sono poche donne competenti, o le temono? 

Eppure di donne competenti ed equilbrate, ce ne sono, mi sembra….

Aspettiamo alcuni giorni e sapremo se succede qualcosa di nuovo sotto i cieli italiani. In fondo, in Europa, hanno eletto una donna alla presidenza del Parlamento Europeo, e speriamo che sappia dimostrarsi al di sopra delle parti.

Io non mi faccio illusioni, quando osservo certa nostra classe politica… ma un giorno, chissà. 

 

Una nota di speranza appena arrivata dal Cile: il nuovo giovane Presidente ha appena nominato i membri del suo governo, e sono, udite, udite, 14 donne e 11 uomini. Si fa persino fatica a crederci. Già successa una cosa del genere? Questa sí che è una novità. 

Incrociamo le dita per il successo di questo governo!

 

 

Alice Lorenzin

 

Volontaria di MenteInPace

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Concetta (mercoledì, 26 gennaio 2022 10:55)

    Brava Alice. Condivido tutto. Calciomercato compreso.....

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

134.784

Dati aggiornati al 17-8-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA

Per comunicare emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  costituendo una redazione di una rivista crossmediale

 

a breve un canale youtube, una pagina facebook ed un sito web

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

GUARIRE SI PUÒ

Persone e disturbo mentale

 

di Izabel Marin e Silva Bon

D. Borca (Curatore)

Edizioni Alpha & Beta, 2012

 

Frutto di riflessione individuale e collettiva, questo libro conclude il lavoro di una ricerca avviata all’interno di un Centro di salute mentale di Trieste. Il confronto tra persone con esperienza e operatori dei servizi ha approfondito la riflessione intorno al disturbo mentale, alla sua natura, ai modi singolari di affrontarlo e alle possibilità di guarigione.

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------