MARKETING MENTALE (Matteo Bessone)

 

La pandemia  ha fatto crescere la domanda globale di psicofarmaci.  Un’opportunità d’oro per il marketing delle aziende farmaceutiche

 

 

 

 

DA matteo.bessone@hotmail.it

19/1/2022 17:20

A  menteinpace@libero.it  

 

di Matteo Bessone

psicologo, di Sportello Ti Ascolto

Torino

 

La salute mentale della popolazione è entrata, con la pandemia, al centro dei discorsi politici e sanitari sulla salute pubblica a livello globale e nazionale. Già a gennaio 2020 era stata inserita in un punto dell’agenda del World Economic ForumL’impatto della pandemia ne ha accresciuto la rilevanza pubblica e l’interesse strategico per molti attori, pubblici e privati. In questa direzione non stupisce lo svolgimento dell’”Evento Speciale”, interamente dedicato alla Salute Mentale, che ha preceduto il G20 dei Ministri della Salute a Roma e, su scala nazionale, la realizzazione della Conferenza Nazionale per la Salute Mentale [1]. Insieme alle genuine preoccupazioni per la salute dei popoli, gli interessi commerciali degli attori privati nei confronti di un campo tanto ricco di potenzialità di profitto è un dato di fatto che, come sottolinea Saraceno[2], interroga le rivendicazioni di “maggiori investimenti in salute mentale”. Tali interessi, se misconosciuti, ostacolano un dibattito aperto e rigoroso sulle criticità e le contraddizioni delle pratiche di cura reali, anche alla luce della connaturata fragilità epistemologica della psichiatria[3] e dell’influenza degli attori commerciali nel processo di produzione di conoscenza e dei trattamenti[4], rischiando di riprodurre sistemi di cura malsani.

 

(…)La pandemia costituisce un’opportunità d’oro per le aziende farmaceutiche, dotate di potenti strategie di marketing, confermata dalle previsioni di crescita del mercato globale degli antidepressivi [9]. Per aumentare le vendite, le campagne di sensibilizzazione e consapevolezze, moltiplicate negli Stati Uniti da 44 a 401 con un aumento di spesa da 177 a 430 milioni di dollari [10], rappresentano da sempre una strategia chiave delle aziende che possono però erroneamente indurre a scambiare le informazioni sulla “malattia” con i benefici dei farmaci [11][12], a fenomeni di ipermedicalizzazione e sovratrattamento[13] e un aumento ingiustificato delle domande di prescrizioni dei cittadini[14]. Con la pandemia, il marketing sanitario, farmaceutico e medico si è spostato sui social network[15]. Facebook costituisce la piattaforma privilegiata[16].

 

PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO

CLICCA QUI

 

 

Tratto da: https://www.saluteinternazionale.info/2022/01/marketing-mentale/

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

134.784

Dati aggiornati al 17-8-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA

Per comunicare emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  costituendo una redazione di una rivista crossmediale

 

a breve un canale youtube, una pagina facebook ed un sito web

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

GUARIRE SI PUÒ

Persone e disturbo mentale

 

di Izabel Marin e Silva Bon

D. Borca (Curatore)

Edizioni Alpha & Beta, 2012

 

Frutto di riflessione individuale e collettiva, questo libro conclude il lavoro di una ricerca avviata all’interno di un Centro di salute mentale di Trieste. Il confronto tra persone con esperienza e operatori dei servizi ha approfondito la riflessione intorno al disturbo mentale, alla sua natura, ai modi singolari di affrontarlo e alle possibilità di guarigione.

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------