AGRICOLTURA, STORIA E VITA NELLE VALLI ALPINE. Incontro con Lele Viola

DA mambre.busca@gmail.com

21/8/2022 10:51

venerdì 26 agosto alle ore 17

 

 

 

 

presso la Comunità di Mambre 2° incontro con

Lele Viola

sul tema

 AGRICOLTURA, STORIA E VITA NELLE VALLI ALPINE:

due chiacchierate per avvicinarsi alla conoscenza di un territorio

 

“Noi non siamo certo “polvere”, come voleva una deprimente lettura del testo biblico, ma siamo comunque “terra”, termine strettamente legato alla vita, anche dal punto di vista biologico e scientifico. E terra vuol dire una geografia, ma anche una storia: noi “siamo” la nostra storia e la nostra geografia.

La conoscenza delle proprie radici ci regala la consapevolezza delle nostre peculiarità, ma soprattutto della nostra origine comune (dietro ogni differenza c’è, ben visibile, una “comunanza”: linguistica, storica, antropologica).

C’è una civiltà contadina col perenne problema di usare le poche risorse senza esaurirle, c’è la voglia di libertà e il bisogno di darsi delle regole, c’è il desiderio di autogestirsi, il bisogno di socializzare e di far festa, c’è sempre lo spettro della guerra, l’incertezza del clima, la concretezza della fame; c’è sempre, sullo sfondo, l’oppressione di un potere politico e religioso. Una storia faticosa, dignitosa, comune che ci appartiene nella misura in cui la conosciamo e ci entriamo “dentro”.

Nelle due chiacchierate, anche con l’aiuto di immagini, cercheremo insieme non tanto di arrivare a conclusioni, dimostrare delle tesi, avere delle risposte, ma di seguire delle tracce, cogliere degli spunti, farci delle domande.

Fra gli argomenti su cui potremo parlare insieme: borgate e architettura, beni comuni e “particolari”, forme di autogestione, confratrie, statuti medioevali, catasti, tassazione e proprietà fondiarie, agricoltura e allevamento, feste e badie, emigrazione, religiosità popolare…

E, come sempre, si parla di ieri per cercare di capire qualcosa dell’oggi e per immaginare o costruire un domani.”

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

139.290

Dati aggiornati al 28-9-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA,

Per comunicare 

emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  con l’obiettivo di costituire una redazione di una rivista crossmediale.

 

Il progetto è condotto da Silvia Bongiovanni dell’Associazione culturale Kosmoki. Rientra nel più ampio progetto Restart & Recovery che ha come capofila la Cooperativa sociale “Proposta 80”. Partecipa anche la Cooperativa sociale “Momo” e l’Associazione “MenteInPace”.

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Silvia Ziche

La gabbia

Feltrinelli comics

 

Una storia personale e universale che unisce dramma e commedia, con una profonda e toccante analisi delle relazioni fra madre e figlia.

A soffrire si impara, e l'infelicità è un'arte che si apprende fin da piccole, grazie all'insegnamento di chi ci ha precedute. Antenate, nonne, zie, prozie si snodano in una processione che arriva da lontano, ognuna con il proprio fardello, fino a chi ci è più vicino: la madre. Una madre svalutante e glaciale nel caso di Serena, protagonista di questa storia. Costretta ad allontanarsene nel tentativo di salvarsi, Serena interrompe i rapporti con lei, recidendo i legami con il passato, gli amici, il paese dell'infanzia pieno di ricordi. Fino a quando la madre terribile muore, e la figlia dopo una lunga assenza ritorna. Per ingaggiare un dialogo interiore con il fantasma della figura più importante della sua vita e scoprirne infine un lato insospettabile. Senza perdere la comicità e l'acume tipici del suo raccontare, Silvia Ziche si misura con il suo primo libro non umoristico, condividendo una storia privata eppure capace di parlare a quella parte indifesa, nascosta in molti di noi, a cui è mancata una carezza. Un viaggio coraggioso alle radici di un'assenza, nel cuore di una domanda che brucia: perché, proprio negli affetti più cari, siamo capaci di dare il peggio di noi.

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------