NATALE CON I MËSCIÀ (Cooperativa Momo Cuneo)

 

Natale con i Mëscià

 

“Da tempi immemori laddove usi e costumi, lingue e culture sono mescolate, la tradizione culinaria è un nodo di incontro tra le diversità, un punto di partenza che dà vita a convivialità e convivenza. E per cucinare un buon piatto bisogna avvalersi di una gamma di ingredienti con forme, sapori, colori e odori differenti”. 

 

DA pastaintegrante@coopmomo.it

2/12/2022 16:28

 

E se esistesse un primo piatto con ingredienti di qualità, genuini, locali e preparato da persone con culture e abilità differenti?

 

Mëscià, La Pasta Integrante, sapori e saperi della Valle: un prodotto artigianale che unisce tradizioni, competenze e materie prime di eccellenza.

 

Dal 2020, la Cooperativa Momo si è trasformata da tipo A a tipo Misto (A+B), aprendosi alla sfida dell’inserimento lavorativo. 

Accanto allo sviluppo di un approccio al tema della circolarità delle risorse e di una visione del mondo che guardi alla sostenibilità ambientale ed umana, si sperimentano i primi passi per la creazione di un laboratorio artigianale di integrazione culturale e gastronomica.

 

In tal modo si mescolano formazione e inserimento lavorativo con la riscoperta del territorio e la valorizzazione dei prodotti locali attraverso la produzione della pasta fresca in Valle Stura: prodotto capace di fondere ricette della tradizione piemontese con sapori del mondo.

 

Solo per Natale sarà possibile ordinare direttamente i Plin per allietare i tuoi parenti, amici o te stesso.

 

Avrai la possibilità di scegliere tra 2 ricette differenti: 

    • Plin Vegetariani: Ricotta di capra, ortiche, biete ed erbette di montagna

    • Plin Special Edition: Zucca, borragine e CastelMaigre

 

PER FARE UN ORDINAZIONE

CLICCA QUI

 

Per info: pastaintegrante@coopmomo.it

Cell. 3897997866

 

http://www.coopmomo.it/mescia-la-pasta-integrante/ 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.978

Dati aggiornati al 6-2-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa MomoMenteInPaceDiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Diego Anghilante

Abeio Abeio

Neo-ruralismo e follia

 

Editore Araba Fenice

 

Louren, un occitano di ritorno, carico di illusioni, incapace di vivere l’oggi, che prepara ieri il domani, cadendo nella trappola di un’equazione da principiante “Occitania = ruralità a tutti i costi” con tutto il suo corollario di equivoci e forzature, carico di sfiga, che è riuscito a nascere e a vivere nel posto e nel tempo sbagliati. (...)

Lui, che si confronta con i reires, guarda tra lo stranimento e l’ammirazione gli ultimi eredi cialtroni di una formidabile tradizione magliara, viene calpestato dalle pantofole stantie dei condannati all’ergastolo villeggiante. Louren, che scambia insulti pirotecnici con l’ultimo portatore di “berretto a sonagli”, che viene risucchiato lentamente non dai vortici di un torrente in piena, ma dal gorgo di un lavandino domestico, con l’acqua sporca dei piatti accumulati, verso un orizzonte nei tubi, scuro e difficile.

 

Dalla Prefazione di Sergio Berardo

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------