COME SONO USCITA DALL’INFERNO (Susanna Brunelli)

Nessun albero può crescere fino al paradiso

se le sue radici non scendono fino all'inferno

(Carl Gustav Jung)

 

di  Susanna Brunelli

18 gennaio 2018 – 18 gennaio 2023

Come sono uscita dall’inferno 

Sentirsi morti in vita può portare al cambiamento o alla sofferenza perpetua dell’anima, ecco che la scelta diventa determinante 

“Ogni paura è paura di vivere: ogni vita è osata” (Bert Hellinger)

 

La parola greca usata nel Nuovo Testamento per definire l’ “inferno” è  Ades, che indica anche il  “luogo dei morti”.

È arrivato il tempo di spiegare la mia storia dal punto di vista della fede. So che toccare certi argomenti suscita una certa reattività da parte di chi confonde la spiritualità con la religiosità, che per me ha una connotazione negativa. Spesso si associa DIO alla chiesa cattolica, piuttosto che ad un rapporto diretto e intimo con Lui come lo intendo io.

A me sinceramente poco importa di ciò che pensano gli altri riguardo a questo concetto dal momento che per me è stata la “salvezza”. Non parlo di guarigione, perché di malattia non si è mai trattato: il disagio psichico è un disagio che viene dall’anima, dal profondo del nostro spirito, non c’è niente di rotto se non una frattura tra l’io e il nostro vero sé.

Naturalmente  parlo di me e della mia esperienza personale, il mio scopo è di ispirare chi la speranza l’ha persa, ma non è un mio problema se non interessa a qualcuno quello che ho da offrire, mi sento libera di parlare ed esprimere tutto ciò che mi viene in mente in quanto sono. (Cogito ergo sum – penso, dunque sono). – Nota formula di Cartesio, che esprime la certezza e l’evidenza immediata, intuitiva, con cui il soggetto pensante coglie la propria esistenza.

 

L’ARTICOLO CONTINUA

CLICCA QUI

 

 

Tratto da: https://mad-in-italy.com/2023/01/come-sono-uscita-dallinferno/

Scrivi commento

Commenti: 0

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 1117

VISITE 1711

aggiornato al 13/04/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------