Post con il tag: "(novembre14)"


24. novembre 2014
Si usa dire che la nostra è una società individualista. Che cosa si intende esattamente con questa espressione? Non certamente che ognuno degli individui che la compongono sia considerato il centro dinamico e vitale della società. Basterebbe a smentire questa folle interpretazione la presenza di 3 milioni di disoccupati e 10 milioni di poveri, in Italia, lasciati ai margini della convivenza e privi di ogni possibilità. Se la società individualista non è il trionfo di tutti gli individui,...
24. novembre 2014
Il complesso di inferiorità nel negoziato tra i rumeni Tratto da Eleanor Brownn Le particolarità rumene dello stile di negoziato sono balcaniche. Mi sembra che il rumeno non sia tanto disposto a negoziare, ma piuttosto ad ottenere dagli altri la flessibilità che si basa su una relazione opportunistica. Non si tratta del negoziato in direzione strategica ed organizzativa come ho trattato nel mio libro. Non si tratta del negoziato tra pari, ma di un negoziato basato sull'idea che il venditore...
24. novembre 2014
Noi tutte, o in gran parte, sognavamo di fare le ballerine da grandi. Infatti quando sfoglio i giornali, la prima cosa che mi salta all'occhio sono questi corpi stupendi, che sembrano possano volare da un momento all'altro. Volare ... volare via anche solo per un momento da un mondo che sembra non appartenerti. In questo caso, ho usato una tenica un po' diversa, ho voluto fare io il vestito alla ballerina perchè doveva essere bellissimo e non piatto. Manca metà del suo corpo; questo è anche...
24. novembre 2014
Perso nel vento con faticoso cammino raggiungo un tenero ramo. Caldo tepore di un gioco di stelle cadenti rendono vero insieme al caloroso abbraccio di una rosa d’inverno il tuo sguardo curioso. Curve sinuose di un rosso acceso cadono verso luoghi lontani. E i miei occhi s’immergono nei tuoi. Andrea Castellino
24. novembre 2014
Viviamo in un mondo dove per poter emergere bisogna avere un bel fisico, un lavoro di prestigio, una bella casa, una bella macchina ed essere furbi. Prestando attenzione a queste cose materiali, dimentichiamo altre cose belle che ci circondano come: la Natura, l’Infinito, la Spiritualità, ma soprattutto, l’Amicizia. Cosa c’è di più bello dell’Amicizia? L’amico ti è fedele e discreto sempre. Se racconterai la tua storia, lui ascolterà e tu ascolterai le sue vicissitudini,...
24. novembre 2014
Mai! Non esiste il Mai. Siamo capaci di tutto, nel bene o nel male. Se ci guardiamo dentro, possiamo percepire la bellezza o la brutalità di ciò che siamo o ciò che potremmo essere. Siamo davvero certi di non mentire a noi stessi? Abbiamo facoltà di scelta ma possiamo essere o fare di tutto. Non additiamo troppo, poiché stiamo accusando noi stessi. Gli “altri”, siamo noi, c’è solo una sottile trama che ci differenzia. Non dire mai “Mai!”, perché il giorno dopo può essere lì...
24. novembre 2014
Se sogno, quando sogno, cerco sempre, al risveglio, di ricordare i fatti irreali che il mio inconscio ha provocato. Se il sogno è piacevole cerco di imprimerlo nella mente ancora semiassopita, che, ovviamente e fatalmente, e con grande mio dispiacere, non me lo riporta al risveglio. Allora mi rassegno e passo ad altro. Ma da un po’ di tempo a questa parte i sogni piacevoli non esistono più! Solo sogni che profondamente mi turbano. Incubi strettamente legati al procedere dei lavori nel...
24. novembre 2014
Lui e Lei si sono incontrati, innamorati e si sono avvicinati. Incontri ravvicinati con i capelli nel lavandino e calzini sporchi. Ovunque è una questione di aspettative. Questa è l'essenza di vivere insieme. Quello che si può fare è collocare nella giusta prospettiva le brutture che si possono sopportare. Si può iniziare a catalogare le cattive abitudini. Quelle di natura involontaria. Per queste c'è poco da fare: digrignare i denti, togliersi il cerume dalle orecchie, mangiarsi le...
24. novembre 2014
Potrei parlare e scrivere tante pagine su disagi, difficoltà, situazioni al limite che coinvolgono tanta gente a livello nazionale. Tante cose che riguardano la parte psicologica nonché fisica di gravità media e, in certi casi, alta. Anni fa Trento, e in particolare alcune persone, hanno cominciato a creare una rete che potesse aiutare tante di queste situazioni. Nell’arco di una decina d’anni la situazione si è modificata in termini molto vantaggiosi per tante persone che oltre ad aver...
24. novembre 2014
Il prossimo 5 Dicembre, alle ore 17,30 presso il salone del Centro di Documentazione Territoriale in Largo Barale 11 a Cuneo, verrà presentata la proposta di legge n.2233 che si pone l’obiettivo di realizzare compiutamente ed omogeneamente sul territorio nazionale la legge di riforma psichiatrica n.180 del 1978 più nota come “Legge Basaglia”. Di tale proposta normativa abbiamo già parlato e non vi tornerò sopra. Chi volesse consultarla può cliccare il seguente link...

Mostra altro

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

---------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:46797

 

TOTALE VISITE: 68332

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 54

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni: 92

 

Dati aggiornati

al 31-03-2020

---------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Anna Bravo Daniele Jalla 

LA VITA OFFESA

Storia e memoria dei Lager nazisti nei racconti di duecento sopravvissuti

 

Franco Angeli

 

"Raccontare poco non era giusto, raccontare il vero non si era creduti. Allora ho evitato di raccontare. Sono stato prigioniero e bon - dicevo".

Il cammino percorso dalia memoria dei Lager è in gran parte indicato da questa oscillazione tra il bisogno di verità e la difficoltà ad affermarla, tra lo sforzo di contrastare l'indifferenza del mondo e il silenzio come protesta; ma anche tra la spinta soggettiva a ricordare e quella opposta a dimenticare. Ostacoli esterni e interni non hanno interrotto questo cammino, facendo arrivare fino a noi un grande e inespresso patrimonio di esperienze.

A quarant'anni di distanza, la raccolta delle storie di vita degli ex deportati promossa dall'Aned in Piemonte, l'ha trasformato in racconto dando voce a tutti, in particolare a coloro - e sono la stragrande maggioranza - che non avevano mai trovato ascolto al di fuori della famiglia e del piccolo gruppo degli amici. Dalla stessa volontà nasce questo libro in cui parlano 200 sopravvissuti, in un montaggio di più di 900 brani tratti dalle 10.000 pagine di trascrizione delle loro testimonianze.

E' un accumulo enorme di notizie, episodi, giudizi, riflessioni ed emozioni; un coro che nasce dall'incontro di voci diverse, un primo abbozzo di memoria collettiva. E insieme, uno spaccato della deportazione italiana, con la sua fisionomia complessa e con i suoi tanti e diversi protagonisti: giovani partigiani e partigiane, intere famiglie ebree, antifascisti di vecchia data, militanti operai, soldati renitenti ai bandi, gente presa a caso nei rastrellamenti. Dalle loro voci - perché di voci si tratta in questa ricerca di storia orale - lo studio dei campi di sterminio può trarre moltissimi spunti capaci di allargarne radicalmente la conoscenza e di rimettere in discussioni valutazioni consolidate.

Ma oggi, in un panorama culturale e politico che inventa un volto umano al fascismo e tollera di convivere con prospettive di distruzione irreversibile, queste testimonianze hanno anche il valore di una denuncia e di un ammonimento.

 

Anna Bravo insegna storia sociale all'Università di Torino; si è occupata, tra l'altro, di resistenza, di cultura dei gruppi non omogenei e di storia orale, pubblicando diversi lavori su questi temi. Ha fatto parte del comitato scientifico che ha diretto la raccolta delle storie di vita promossa dall'Aned del Piemonte.

 

Daniele Jalla lavora presso la Regione Piemonte, dove si occupa di storia e culture locali. Ha svolto ricerche e pubblicato vari lavori di storia orale della cultura operaia.

 

Turismo
in Langa

 

Turismo in Langa
Corso Torino 4
12051 Alba (Cn)
Tel 0173.364030
SMS 331.9231050
info@turismoinlanga.it 

 

Clicca per visualizzare la home page dell'Associazione

http://www.turismoinlanga.it/it/

 Risotto allo zafferano con cook expert

Ricetta perfetta con Cook Expert Magimix!   Risotto allo zafferano

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 g di riso Arborio o Carnaroli 700 ml di brodo vegetale 1 cipolla 50 g di grana grattugiato 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva 1 noce di burro ghiacciato 1 bustina di zafferano in polvere o zafferano in pistilli 1 presa di sale grosso.

Per la ricetta clicca

https://unabloggerincucina.it/risotto-allo-zafferano-cook-expert/