STARE BENE INSIEME PER FARE BENE INSIEME

 

 

 

Ciao a tutti/e,

Nel confermarvi l'incontro di socializzazione e formazione che abbiamo insieme programmato nell'ultima riunione di MIP per lunedì 10 luglio presso la "terra dei muli" a Chiusa Pesio regione Canavero 2 bis, vi allego alcune riflessioni ed il programma di massima del pomeriggio.
La partenza prevista da Cuneo è alle 14 davanti alla Pinetina. 
Speriamo di essere in tanti animati dalla voglia di "stare insieme" per fare bene insieme!
A presto vederci,
Filippo Manti

STARE BENE INSIEME PER FARE BENE INSIEME

 

MenteInPace ha  raggiunto il suo 20°  anno  di  età.           

20  anni  di  impegno  e  di progetti realizzati  ed attività organizzate da  tutti  voi  (io  quello  che  scrivo  è  frutto  di  quanto  voi  avete  detto  e  da  cosa  ho  letto  nei documenti)      

.  Il  modello  ideale  al  quale  ci  si   è  ispirati  negli  anni   è  stato  quello del “fareassieme” Modello mutuato da esperienze più avanzate presenti sul territorio nazionale, in particolare     

quella di  Trento  con il riferimento di Renzo De Stefani.

 

Da quanto dite e si legge, c’è stato un tempo nel quale si sono progettate e realizzate molte idee scaturite da un rapporto di “confronto e interazione” tra l’associazione ed il Centro Diurno, con momenti di maggior vicinanza  ad  altri  in  cui  il  passo  era  più  faticoso,  ma  in  qualche  modo  con  la  consapevolezza  comune  che mettere  insieme  saperi tecnico  scientifici  e  sapere  esperienziale  può  produrre  benefici  per  le  persone tutte.

Il periodo del Covid non ha aiutato, anzi. Non ha favorito la socializzazione, il dialogo e la condivisione tra i soci, con le persone in cura e nel rapporto con il nostro interlocutore privilegiato che è il Centro Diurno.

 

Se è vero che “c’è tempo e tempo”, questo è il tempo di fermarsi, di “guardarsi dentro” rivisitando la strada percorsa con le difficoltà incontrate e le cose belle realizzate e riprendere il cammino con rinnovata energia e spirito di “comunità”.

Per  fare  questo  dobbiamo  cogliere l’occasione del 20° compleanno dell’associazione per  regalarci  dei momenti di “socialità conviviale” tesi a favorire il  ben-essere  ed  a vivere  con  maggiore  serenità e fiducia i rapporti tra di noi e con i nostri interlocutori, in particolare gli operatori ed i responsabili del Centro Diurno, socializzando le attività reciprocamente: quelle progettate e realizzate da MIP e quelle che il Centro Diurno organizza  e porta avanti   per le persone in cura.

 

Insomma  per “fare bene insieme” si  deve “star bene  insieme”

.  E  per  farlo  dobbiamo  provare  ad  essere sempre più “comunità”, capace di (socializzare) dialogare e condividere le cose che si fanno, gli obiettivi che si  hanno e soprattutto le difficoltà ed i “pesi” che le persone in cura e le famiglie devono sopportare

.

Con  questa  idea  ci  abbiamo  provato  iniziando  con  la  riunione/merenda  sinoira     

organizzata  il  19  giugno  a casa   di   Stefano   e   Ivana   che   ringrazio   per   la   loro   sensibilità   e   disponibilità.  Con   lo   stesso   spirito continueremo con l’incontro che abbiamo insieme programmato per lunedì 10 luglio presso “la terra dei muli” a Chiusa Pesio     

.

Visto il tipo di incontro e gli obiettivi che si propone, sarebbe bello se oltre agli attuali soci, (utenti famigliari e  volontari),  partecipassero  anche  utenti,  eventuali  altri famigliari e “potenziali” volontari che  non  sono ancora iscritti a MenteInPace.

Così come sarebbe utile e soprattutto gradita la partecipazione anche di operatori del Centro Diurno  ed i giovani che hanno fatto e che stanno facendo il servizio civile.

 

La proposta per l’organizzazione delle 4-5 ore circa che staremo insieme è la seguente:

- Arrivo a “terra dei muli” alle 14,30

- Dalle 14,30 alle 15 accoglienza e presentazione esperienza di “terra dei muli” e della cooperativa

sociale ETIC.A;

- Dalle  15.00  alle  16  elencazione  e  socializzazione  delle  attività/progetti    che  MenteInPace  ha realizzato  nel  tempo  e  quelle  che  gestisce  oggi,  unitamente  a  quelle promosse  dal Centro  Diurno per il ben-essere delle persone prese in carico;

- Dalle 16 alle 16,30   – Scambio di sensazioni opinioni ed individuazione delle attività prioritarie

- Dalle 16,30 alle 17 Pausa conviviale

- Dalle  17.00  alle  18,30 – individuazione    delle “cose da fare” in base ai progetti e  le  attività da

gestire, con quale organizzazione e con quali interlocutori.

 

Nel  corso  della  riunione  saremo  aiutati  da  Daniela  Turco,  presidente  della  cooperativa  ETIC.A  che  con  il marito Luciano gestisce anche “Terre dei muli vi porto con me”

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Concetta (giovedì, 06 luglio 2023 10:25)

    Sarebbe bello condividerlo anche con la Diapsi. Che ne dite?

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 978

VISITE 1387

aggiornato al 17/05/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------