La primavera

Dopo tanta nebbia, freddo, gelo

che sembrava non finire

dopo lunghe notti e corte giornate

finalmente una mattina

il pensiero si avvera

era proprio arrivata la primavera.

Anche la gente che prima aveva l’aria

stanca, desolata, cupa, piena di noia

sembrava in un solo momento

aver recuperato la felicità, la gioia.

Ogni gesto, ogni parola, ogni cosa

sembravano aver assunto il profumo della rosa.

Anche gli animali che sembravano mesti

però sono nostri amici,

sembravano correre felici.

Tutta la natura

giardini, serre, piante, erba, fiori

risplendevano di mille e più colori.

Anche il torrente

con la sua acqua limpida e chiara

assomigliava tanto ad una perla rara.

Che bello guardare ogni colore, ogni sfumatura

ma di tutto questo bisognerebbe averne cura.

Perché ognuno di noi ha un cuore buono e grande

questa è la cosa più bella e importante

e lasciatemi dire

non dovrebbe mai finire.

 

Roberto Pacifico

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.