IL METODO DEL FAREASSIEME (di Gianfranco Conforti) 

IL METODO DEL FAREASSIEME 



per rafforzare la collaborazione fra il volontariato ed i servizi psichiatrici


Il mese di Marzo è stato un mese molto ricco per quanto riguarda le relazioni fra le Associazioni di volontariato nel campo della salute mentale e il Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL CN1.

È iniziato con la consueta riunione del Tavolo del Fareassieme, il 3 Marzo (una sintesi della riunione è consultabile sul sito www.menteinpace.it), presso il Centro Diurno di Cuneo. Questo Tavolo, che vede la partecipazione di Associazioni come la DiAPsi (Difesa Ammalati Psichici) di Cuneo, Saluzzo-Savigliano-Fossano e Mondovì-Ceva, MenteInPace di Cuneo, l’AVO di Mondovì e Cuneo, Ipazia di Cuneo, si riunisce da oltre due anni insieme agli operatori dei vari distretti del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) per discutere tematiche inerenti gli utenti ed i familiari dei servizi psichiatrici cercando soluzioni concrete.

Inoltre, nelle tre giornate che vanno dal 18 al 20 Marzo, si è svolto un Corso di Aggiornamento (ripetuto in tre moduli per i Distretti di Cuneo, Savigliano e Mondovì) sulla metodologia del Fareassieme ideata dal Centro di Salute Mentale (CSM) di Trento e già attuata in diversi Dipartimenti di Salute Mentale in Italia. Tale metodologia vuole riconoscere il sapere esperienziale, utilizzando il contributo di utenti o ex utenti e familiari (che ricoprirebbero il ruolo di U.F.E. o Utente e Familiare Esperto) in collaborazione con gli operatori psichiatrici.  Al Corso hanno partecipato, come relatori, il dr. Renzo De Stefani, responsabile del CSM di Trento, Roberto Cuni (UFE), Maurizio Capitanio (UFE) anch’essi di Trento oltre ad un’infermiera ed un’altra UFE provenienti dalla stessa realtà, che rappresenta da anni un punto di riferimento per le buone pratiche in psichiatria. Gli iscritti al Corso erano sia operatori che utenti, familiari o volontari di Associazioni per la salute mentale.

A fine mese si sono svolti due incontri, promossi dal Direttore del DSM dell’ASL CN1, per un confronto con il volontariato.

Il primo, svoltosi il 25 Marzo, voleva fare il punto della situazione per impostare un programma di collaborazione per l’anno in corso. In tale incontro, a cui erano presenti rappresentanti di AVO, Caritas, DiAPsi e MenteInpace oltre a Dirigenti e Coordinatori del DSM, si è evidenziata la necessità di attuare la collaborazione con utenti e familiari, sulla base del loro sapere esperienziale nell’intento di sperimentare queste nuove figure di UFE.

Il secondo, del 31 Marzo,  aveva l’obiettivo di iniziare ad organizzare il Convegno sulla salute mentale che si svolgerà a Vicoforte Mondovì il prossimo autunno (la data è stata fissata per il 17 Ottobre). Questo Convegno, promosso dalla Caritas, sarà incentrato, come afferma Cristina Bresciano della Caritas di Mondovì “sul coinvolgimento della comunità nel farsi carico del crescente disagio psichico, conseguente all’attuale momento di crisi, nella prospettiva di una maggior conoscenza della malattia mentale e di una consapevolezza della dimensione comunitaria della costruzione della salute, come anche della malattia”. Come relatori parteciperanno amministratori regionali e locali, psichiatri, rappresentanti del volontariato. L’intento dovrebbe essere quello di evidenziare le principali criticità di chi ha una malattia mentale e dei loro familiari (in principal modo rappresentate da casa, lavoro e socializzazione) aggravate dal perdurare del pregiudizio su tali patologie, per chiedere risposte concrete agli amministratori (assessori regionali e sindaci), ai professionisti, alle associazioni di volontariato ma anche ai cittadini in quanto facenti parte della comunità e pertanto co-responsabili della convivenza.

Piccoli gesti di solidarietà ed apertura all’altro possono essere utili ed a volte strategici, specie se integrati armonicamente in un progetto comune.

 

Gianfranco Conforti

Volontario MenteInPace, Cuneo

 

MENTEINPACE – Forum per il ben-essere psichico

Via Busca 6, 12100 Cuneo

Tel. 0171.66303

menteinpace@libero.it

www.menteinpace.it

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

35954

TOTALE VISITE

53131

Dati aggiornati

al 19-07-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

RENZO DE STEFANI E JACOPO TOMASI

 

LE PAROLE RITROVATE

LA RIVOLUZIONE DOLCE DEL FAREASSIEME

NELLA SALUTE MENTALE

 

Prefazione di Fabio Folgheraiter

 

 


Le Parole ritrovate sono un movimento che negli ultimi vent’anni ha cercato di rivoluzionare la salute mentale in Italia. Lo ha fatto    in maniera “dolce”: attraverso la passione e l’impegno quotidiano   di migliaia di persone. Questa rivoluzione si ispira a un principio: dare voce alle persone. Fare in modo che anche utenti e familiari abbiano un ruolo attivo e siano coinvolti nelle decisioni che con- tano attraverso quell’approccio che è diventato noto in tutta Italia come fareassieme. Sembra un principio semplice, ma purtroppo non è scontato. Nell’Italia della salute mentale, che viaggia a molte velocità diverse, ci sono ancora realtà dove le persone che soffrono di disturbi psichici – e le loro famiglie – sono spesso abbandonate    e inascoltate. Lasciate ai margini.

Le Parole ritrovate, in questi vent’anni, hanno messo in atto mol- tissime iniziative per far ritrovare le parole a queste persone. E ascoltare davvero i loro bisogni. Per una salute mentale più umana   e più giusta.

 

Questo libro racconta proprio la storia di Le Parole ritrovategrazie ai contributi – preziosi e variegati – di chi questa rivoluzione l’ha messa in atto con azioni e iniziative concrete: dalle attività nei Dipartimenti, ai convegni, passando per originali traversate dell’o- ceano in barca a vela o viaggi in treno fino a Pechino. Il comune denominatore è che ogni iniziativa ha visto protagonisti medici e utenti, operatori e familiari. Tutti, in questo libro, raccontano un cambiamento possibile. Tante esperienze – in Italia, ma non solo – che prese singolarmente possono sembrare piccole, ma unite l’una all’altra dipingono un quadro di fiducia e speranza.

  Piero Ferrucci

CRESCERE

Teoria e pratica della psicosintesi

 

Astrolabio-Ubaldini Editore

collana: Psiche e coscienza
pagine: 228
prezzo: € 16.00 

 

 

Assieme a un'esauriente esposizione della concezione psicosintetica, integrata da molti insegnamenti inediti di Assagioli, questo libro offre numerosi esercizi psicologici di immediata e semplice attuazione. Chiunque li può usare per esplorare i panorami sconosciuti della psiche, trasformare le emozioni negative, dare impulso alla propria evoluzione personale e attingere alle proprie risorse creative latenti.

 

 

 

http://www.astrolabio-ubaldini.com/scheda_libro.php?libro=428