CONTENZIONI: EVITARLE È POSSIBILE? Video di 4 min. da Radio 32

CONTENZIONI: EVITARLE È POSSIBILE? Video di 4 min. da Radio 32

Come gestire una crisi psicotica? E' possibile superare la contenzione meccanica?

Intervista allo psichiatra Piero Cipriano

 

PER VEDERE IL VIDEO

CLICCA QUI

 

 

"Ci sono 323 reparti [psichiatrici] negli ospedali generali d'Italia, io lavoro in uno di questi [...]" "l'80 % di questi sono a porte chiuse, si utilizzano le fasce per legare le persone, si fa un uso estremamente generoso dei farmaci[...] si adotta una triplice contenzione della persona che ha una sofferenza psichiatrica [...] per cui tutto sommato sono diventati dei piccoli manicomi nell'ospedale civile." "Quindi, Lavorare in uno di questi luoghi vuol dire avere due possibilità: o supinamente, passivamente, accettare lo stato delle cose e fare quello che fanno gli altri, cioè accettare che le porte siano chiuse, accettare di legare le persone, accettare di sedarle oppure comprendere che si è un tecnico che ha la delega di controllare i devianti e in qualche modo di ricusarla.. e decidi di non legare le persone, decidi di non dare una terapia farmacologica troppo aggressiva, [...] decidi di fare questo mestiere in un altro modo."

 

"Quarantasette anni, irpino, Piero Cipriano è medico psichiatra e psicoterapeuta di formazione cognitivista ed etnopsichiatrica. Dopo aver lavorato in vari dipartimenti di salute mentale dal Friuli alla Campania, da alcuni anni lavora a Roma in un SPDC (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura ). Ama definirsi uno psichiatra riluttante e si dichiara anarchico.

 

In questi anni, ha narrato la sua esperienza nei reparti ospedalieri psichiatrici in una trilogia che raccoglie la sua ventennale esperienza in quelle che definisce le “fabbriche della cura mentale”: così chiama i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura, ossia i piccoli reparti ospedalieri dove si affronta la crisi psichiatrica. Con lui affrontiamo i temi centrali e i problemi che riguardano l’assistenza psichiatrica ed il lavoro in salute mentale: contenzione, psicofarmaci, controllo sociale e molti altri temi caldi affrontati insieme a lui in questa bella intervista.

 

Di seguito, vi presentiamo i suoi libri (clicca qui) di cui consigliamo la lettura soprattutto ai professionisti del settore. Il lavoro di Cipriano ‘de-costruisce’ molte finte certezze e ci riconsegna una complessità, che seppur disorientante all’inizio, riconsegna una visione più chiara e qualificante della mission e della metodologia di chi lavora e si ritrova ad affrontare la follia nelle sue più diverse forme."

Scrivi commento

Commenti: 0

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 1207

VISITE 1683

aggiornato al 21/02/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------