INTERVENTO AL 21° INCONTRO NAZIONALE DELLE PAROLE RITROVATE – ALBA BERTONE

2 SETTEMBRE 2021

 

Tratto da: https://www.facebook.com/Lettera27/

 

 

 

Buongiorno a tutti, sono Alba e vengo da Aosta, da un paesino vicino ad Aosta. Sono un’utente che ha avuto una storia molto grave, estremamente grave, di schizofrenia. Un episodio, io lo chiamo, una malattia che ha avuto un inizio ed una fine.

Non avevo più purtroppo la coscienza del mondo intorno a me e delle persone intorno a me. Potete immaginare la gravità della cosa. E questo è durato la bellezza di 18-19 anni con una recovery che si è accelerata molto negli ultimi anni e che è andata bene, molto bene. Sono contentissima di essere qui a parlarvene perché si è risolto tutto fortunatamente. Sono sopravvissuta a questo evento atroce della mia vita, ma sono eventi che si possono superare, in alcuni casi totalmente.

Sono qui a parlarvene.

La remissione dei miei sintomi è stata molto lenta, incredibilmente costante, accelerata però nel corso del 2020, dalla condivisione del mio alloggio con un coinquilino che mi ha letteralmente salvato la vita. Condividere la vita quotidiana con qualcuno che è di enorme supporto è stato fondamentale. Questa persona è stata sempre molto, molto di supporto, mai giudicante, sempre molto vicina, incoraggiante, nonostante la mia situazione fosse ancora abbastanza brutta. Questo per quanto riguarda l’ultimo anno.

È stato qualcosa di estremamente graduale e costante. Potete immaginare lo sforzo che ho fatto. Anche il mio organismo ne ha subito, perché la malattia ti condiziona parecchio.

Ho messo un po’ i quattro punti…il ringraziamento che voglio fare alle persone ed a quello che mi ha aiutata durante la guarigione…

Se i sintomi psicotici sono ora scomparsi lo devo a quattro fattori:

-         Il primo, l’affetto e la cura di tante persone. Sono riuscita a costruire amicizie nonostante la malattia, ed è una cosa che mi ha aiutata enormemente;

-         La capacità di auto guarigione del cervello…comunque io ci credo…il cervello è un organo che ha questa capacità…aiutato, supportato dai farmaci. Io mi sono sempre curata…con delle pause, ma mi sono sempre curata;

-         Come terzo punto ho messo le mie solide basi affettive ed economiche che non sono un dato secondario e le mie capacità presenti sino all’esordio della schizofrenia…che erano buone. Io ho una famiglia grande, siamo sette persone. Questo è stato fondamentale perché senza una famiglia così presente, anche se con i suoi errori, a volte anche gravi….è stato cruciale;

-         E infine, ma con quale percentuale nessuno può dirlo, i farmaci assunti nel corso del tempo.

Cos’altro d’importante posso dirvi. Fondamentali sono stati anche gli operatori, soprattutto gli educatori…della Cooperativa “Arc en Ciel” verso cui sono estremamente grata. Alcuni di questi educatori sono diventati anche miei amici e lo sono tuttora.

Adesso sono rientrata nel mondo e sono estremamente felice di potervelo raccontare. Ho svolto anche lavori…di tutto ho fatto pur di stare con le persone nonostante l’imbarazzo perché io sapevo che cosa mi stava succedendo e non era facile stare con le persone. Sapevo di non essere io eppure mi dicevo “io devo stare con gli altri per guarire”. Mi sono sempre data da fare, ho fatto dei concorsi…altrimenti mi sarei sparata un colpo…il dolore era troppo grande. In fondo io sapevo che ce l’avrei fatta. Forse qualcosa mi ha protetta…non lo so.

Bene, mi sembra di avere detto le cose importanti. Vi ringrazio per questa opportunità di condividerle con voi…e ringrazio tutti gli amici delle Parole Ritrovate di Trento che ho visitato di recente e sono molto contenta di averlo fatto perché è stata un’esperienza bella e importante e che spero di portare ad Aosta. Speriamo di costruire qualcosa di bello perché ce n’è tanto bisogno.

 

Alba Bertone

 

Aosta

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Susanna Brunelli (lunedì, 27 settembre 2021 14:53)

    Ciao Alba, è bellissimo leggerti, rafforzi la mia convinzione che tutto è possibile per chi crede e tu hai creduto.
    Sono stra felice per te!!!
    Complimenti per la tua determinazione

  • #2

    Antonietta (lunedì, 27 settembre 2021 19:47)

    Sono molto contenta che anche tu come me hai trovato persone su cui contare e ti hanno stimolata e riguardo la tua quotidianità e una bella cosa avete trovato in coinquilino che ti capisce brava Alba sei coraggiosa forza grazie di avere fatto la tua conoscenza grazie Alba ciao (scusate se c'è qualche errore di ortografia il telefono fa le bizze

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 115.917

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 103

Dati aggiornati

al 07-12-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Umberto Galimberti 

Il libro delle emozioni

Feltrinelli, 2021

 

La mente e il cuore. Platone invita a privilegiare la mente razionale capace di governare le passioni del cuore. Ma noi non possiamo dimenticare che anche il cuore ha le sue ragioni. Anzi, prima che la mente giungesse a guidare la vita dell’uomo, per i nostri antenati la vita era governata dal cuore, che con le sue sensazioni giungeva a capire, come peraltro fanno gli animali, in modo rapido e senza riflettere, che cosa è vantaggioso e che cosa è pericoloso per il mantenimento della vita. Il cuore promuove le azioni più rapidamente della ragione e senza troppo indugiare sul da farsi, perché il mondo non è ospitale e i pericoli, che sono a ogni passo, richiedono decisioni immediate. Le decisioni del cuore sono promosse dalle emozioni come la paura che il cuore avverte di fronte al pericolo, o come il desiderio che approda all’accoppiamento per la preservazione della specie. Tutto questo senza riflettere, perché la luce della ragione ancora non c’è. La nostra è un’epoca di spaventosa espansione della razionalità tecnica. Da un lato, questa espansione impone la rimozione delle emozioni e dall’altro innesca una reazione di ritirata emotiva nel proprio sentimento, assunto come unica legge di vita. A questo si aggiungono la ricerca costante di visibilità e di notorietà, che trasformano le nostre emozioni in merci. Ma allora siamo ancora capaci di riconoscere che cosa sia un’emozione? Umberto Galimberti costruisce un cammino straordinario nelle profondità del nostro vissuto e ci insegna a ritrovare il nostro spazio intimo, cioè lo spazio che si nega al pubblico per concederlo a chi si vuol fare entrare nel proprio segreto profondo e spesso ignoto a noi stessi.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI