INCONTRO DE “LE PAROLE RITROVATE” DEL LAZIO (Giovanni Fiori)

INCONTRO DE “LE PAROLE RITROVATE” DEL LAZIO 

 

 

DA affigi@libero.it

26/10/2021 19:19

A  menteinpace@libero.it 

 

Carissimi

la pandemia ci ha tenuto lontani per molto tempo, anche se la possibilità di collegarci in videoconferenza  ha consentito, in molti casi, di mantenere vivo il legame che ci unisce all'insegna del fareassieme. Per il giorno 13 novembre 2021, siamo riusciti ad organizzare l’Incontro, a livello regionale  del Lazio, de Le Parole Ritrovate che si terrà, finalmente in presenza, presso la Sala teatro dell’Ospedale Santo Spirito. Siamo lieti di invitare tutti voi  a questo momento di condivisione e di confronto che vedrà la partecipazione di operatori, utenti, familiari e cittadini uniti dallo spirito di collaborazione che contraddistingue il nostro modo di essere e di stare nel mondo della Salute Mentale.

 

A causa del numero limitato dei posti  per la partecipazione in presenza è necessaria l’iscrizione da inviare alla mail “verbeneconvegno@tim.it“, entro il 7.11.21.

 

Sarà possibile partecipare all'Incontro da remoto utilizzando la piattaforma Zoom cliccando sul seguente link :

https://us02web.zoom.us/j/7245337872?pwd=amlYM3ZqVTlQbmkvNzkwVU1QNGpSQT09                                

o utilizzando:   ID  riunione:   724 533 7872   -    Pass code: W4sAXd

 

Nel rispetto delle norme anticovid l’ingresso alla sala sarà consentito solo ai possessori del Green Pass.

 

In attesa di incontrarci numerosi invio un cordiale saluto. Diffondete.

 

per il  Movimento de   “ Le Parole Ritrovate “

 

          Giovanni Fiori

 

 

Ciao a tutti. 

 

Sono pienamente d’accordo nel pubblicare l’evento che a me sta molto a cuore: l’inclusione in periodo di pandemia di utenti e famigliari esperti con il resto delle persone in Italia. Questo per me è inclusione sociale e fare rete per davvero in questo momento storico in cui viviamo. 

 

Un grazie a chi con costanza e pazienza e determinazione rende tutto più facile e possibile… dove questo è possibile!! Naturalmente ci sono ancora casi ahimè di esclusione sociale e gravi incongruenze di gente che vive per la “pagnotta” e non riesce ad arrivare a fine mese… insieme ai problemi psichiatrici di opg terrificanti che non sto a dire adesso. Questo è il nostro bel paese questa è l’Italia . Ma insieme ce la possiamo fare… grazie!!

 

Andrea Castellino Volontario di Menteinpace.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 976

VISITE 1405

aggiornato al 18/05/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------