IL VENTALOGO DI SUSANNA 20 – LE EMOZIONI NON SONO DA ANESTETIZZARE

IL VENTALOGO DI SUSANNA - 20

LE  EMOZIONI NON SONO DA ANESTETIZZARE

 

Queste riflessioni sono scritte da Susanna Brunelli di Verona.

Si basano su proprie esperienze e sottolineano

come non dovrebbero essere i servizi psichiatrici.

Una sorta di decalogo ma, visto che i punti sono 20,

Susanna l’ha chiamato ventalogo:

il Ventalogo di Susanna

(NdR)  

 

Il concetto in  psichiatria è spesso di  zittire tutto, addormentare, coprire, contenere, modificare, anestetizzare……,

Il “ sentire” porta a dover elaborare una risposta e allora è meglio usare qualcosa di farma-chimico  che toglie il sintomoil senso estetico , la passione , la volontà, il piacere , il desiderio , i sentimenti contrastanti, le emozioni  travolgenti,  in alcuni casi  un appiattimento emotivo e sessuale e relazionale che nasconde la chiave della porta della consapevolezza.

Nella rabbia si nasconde il desiderio di giustizia e la creatività repressa, nella paura il coraggio di rompere gli schemi e i condizionamenti, nella tristezza  il bisogno di riconoscimento, nella provocazione una richiesta di attenzione e amore , nella ribellione il bisogno di sentirsi liberi, nel  desiderio di morire; la vita rapita e rubata, nelle dipendenze la via opposta al riconoscimento dei propri talenti e del  vero  Sé …..La trascuratezza dell’Anima.

Alla base di questo malessere generale c’è una società impregnata di condizionamenti di ogni genere a partire dalle credenze familiari, passando dai concetti religiosi, politici , sociali , filosofici,culturali, personali…..

il sintomi o i  comportamenti si comprendono  ascoltando le parole usate nel dialogo interiore e  osservando l’atteggiamento, a volte vittimistico, a volte di eccesso di autostima.  

La malattia psichica si manifesta quando quello che si sta facendo non è in linea con lo scopo della propria vita.

Un blocco energetico e vitale.

Alla base c’è molta SOLITUDINE, relazioni di scarsa qualità, mancanza di accoglienza e speranza.

 

Susanna  Brunelli

Verona

 

susi.brunelli@gmail.com

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

143.563

Dati aggiornati al 7-12-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Elisa Schininà

Noi voci invisibili

Le Château Edizioni, 2022

 

In questo testo, come un alpinista che affronta il tormento della fatica per scelta, l'autrice ha deciso di ripercorrere e analizzare tutti i gradi del travaglio che le ha procurato la malattia, senza compiangersi, con una scrittura piana e temperata; anche in lei la volontà di conoscere ha prevalso sulla sofferenza, dominata e sconfitta, seppure brevemente, attraverso l'analisi e la descrizione di quanto le stava accadendo. Elisa Schininà conosceva la potenza delle parole che hanno il dono di creare la realtà, anche quella impalpabile, torbida e strisciante della malattia mentale, per renderla comprensibile a se stessa e agli altri. In questo senso il libro rappresenta la sua Passione nelle due accezioni; quella del delirio che l'ha accompagnata verso l'esito finale e quella verso se stessa, la vita e gli altri a cui ha deciso di donare la sua esperienza, senza reticenze o ipocrisie. Una realtà bifronte nella quale la storia dell'autrice/protagonista ci appare attraverso una lente deformata con due Elisa che si parlano e si affrontano severamente per la vita e per la morte.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------