LE PAROLE RITROVATE: IMPRESSIONI DAL CONVEGNO DI CORTE FRANCA

IMPRESSIONI DAL CONVEGNO DI CORTE FRANCA (BS) SU

“DALLE CATTIVE ALLA BUONE PRATICHE IN SALUTE MENTALE”

Sabato 11 giugno 2022

 

[13/6, 09:44]

Sabato 11/6 in quel di Corte Franca.

È stata una bellissima giornata sotto tutti i punti di vista, esserci ritrovati, condividere conoscenze vecchie e nuove, ritrovare il clima accogliente, ci ha fatto dimenticare la stanchezza e un po’ di ansia della preparazione dell’evento.

L' accoglienza della Sindaca, che ci ha invitati a tornare ( perche no?) a Corte Franca, è stata molto positiva. Tutto questo già oggi ci fa sentire un po’ di nostalgia e fieri di essere in un movimento come quello di Parole Ritrovate.

Un forte abbraccio a tutti i partecipanti ( un centinaio o forse più ) di utenti, famigliari, cittadini attivi, operatori ed un ringraziamento all'interessantissimo intervento del dott. Giuliani sui reparti psichiatrici che non utilizzano le contenzioni meccaniche (No Restraint). Ritrovarsi è sempre una bella e positiva terapia.

 

Gianni Martelli

Presidente dell’Associazione “La Svolta” di Cinisello Balsamo (MI)

Del movimento nazionale LE PAROLE RITROVATE

 

[13/6, 09:51]

Si confermo, poi l'intervento di Giuliani ha fatto capire che si può, è possibile, se ci si crede.

 

Susanna Brunelli

LE PAROLE RITROVATE, Verona

 

[13/6, 15:11]

Ciao, non sono stata in presenza ma il gruppo dell’Associazione Navicella/Breva che ha partecipato è rientrato con entusiasmo e carichi dall’incontro. GRAZIE per TUTTO DA TUTTI NOI.

 

Tiziana Gregori

Associazione La Navicella, Morbegno (SO)

 

Del movimento nazionale LE PAROLE RITROVATE

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.978

Dati aggiornati al 6-2-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa MomoMenteInPaceDiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Diego Anghilante

Abeio Abeio

Neo-ruralismo e follia

 

Editore Araba Fenice

 

Louren, un occitano di ritorno, carico di illusioni, incapace di vivere l’oggi, che prepara ieri il domani, cadendo nella trappola di un’equazione da principiante “Occitania = ruralità a tutti i costi” con tutto il suo corollario di equivoci e forzature, carico di sfiga, che è riuscito a nascere e a vivere nel posto e nel tempo sbagliati. (...)

Lui, che si confronta con i reires, guarda tra lo stranimento e l’ammirazione gli ultimi eredi cialtroni di una formidabile tradizione magliara, viene calpestato dalle pantofole stantie dei condannati all’ergastolo villeggiante. Louren, che scambia insulti pirotecnici con l’ultimo portatore di “berretto a sonagli”, che viene risucchiato lentamente non dai vortici di un torrente in piena, ma dal gorgo di un lavandino domestico, con l’acqua sporca dei piatti accumulati, verso un orizzonte nei tubi, scuro e difficile.

 

Dalla Prefazione di Sergio Berardo

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------