LE PAROLE RITROVATE. IL 22° INCONTRO NAZIONALE A ROMA

22° INCONTRO NAZIONALE DEL MOVIMENTO

“LE PAROLE RITROVATE”

10-11-12 NOVEMBRE 2022

 

PERCHÈ LE PAROLE RITROVATE

 

Le Parole ritrovate sono nate per fare incontrare utenti e operatori di servizi di salute mentale, familiari e cittadini.

Le Parole ritrovate credono nel valore del fareassieme, nella valorizzazione dell’esperienza e perciò del sapere di ciascuno, nella costruzione di percorsi di salute mentale che appartengono a tutti.

La malattia mentale ci può dividere o ci può unire, ci può fare sentire profondamente soli, ci può dare occasione e motivo di valorizzare la radice profondamente umana, e quindi comune, presente in ogni esistenza, sana o sofferente che sia.

Le Parole ritrovate danno voce e protagonismo a chi non li ha mai avuti e a chi li ha persi, servono a coinvolgere e a lasciarci coinvolgere da reti allargate di persone, di intelligenze, di sentimenti.

Le Parole ritrovate credono nel cambiamento sempre possibile, vedono non solo il problema ma anche la risorsa, danno valore e significato a ciascuno, credono che assumersi responsabilità sia la strada migliore per crescere assieme.

Si può dire che fare le cose assieme è importante e bello e lì fermarsi. Si può crederci e comportarsi di conseguenza.

Così il disagio psichico ritrova posto e dignità nel quotidiano di tutti noi, in una comunità in cui ciascuno è un po’ più responsabile per tutti.

 

 

PROGRAMMA

 

GIOVEDÌ 10 NOVEMBRE

Ore 13,00 - Apertura lavori

Ore 13,30 - La voce dei protagonisti, interventi, riflessioni, testimonianze.

Storie di Recovery

Ore 17,00 - Riflessioni conclusive della giornata

Ore 17,30 - Fine dei lavori

 

VENERDÌ 11 NOVEMBRE

Ore 9,00 - Cultura e pratica del fareassieme. Contributi a più voci.

Ore 11,30 - Report degli Incontri tenuti nel corso dell’anno.

“Buone e cattive pratiche in salute mentale”

“Verso l’abitare autonomo”.

Ore 12,30 - Superare la contenzione: una proposta

Ore 13,00 - Pausa Pranzo

Incontro di Coordinamento nazionale aperto a quanti desiderano partecipare.

Ore 14,00 - Il fareassieme con altri Paesi del Mondo: il Brasile

Ore 15,00 - Incontro con le Realtà del Lazio

Ore 17,00 - Riflessioni conclusive della giornata

Ore 17,30 - Fine dei lavori

 

SABATO 12 NOVEMBRE

Ore 9,00 - Le Parole ritrovate alla 1° Conferenza Nazionale del supporto tra pari in salute mentale

Ore 11,00 - Il fareassieme con altri Paesi del Mondo: il Giappone

Ore 12,00 - Il Progetto India è in dirittura di arrivo

Ore 12,30 - Conclusioni e appuntamento al 2023.

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

 

Dal Lunedì al Venerdì ore 10:00 - 15:00

Giovanni Fiori - cell. 3334792424 / e-mail: giovannifiori.gf@gmail.com

Roberto Cuni - cell. 3491673276 / e-mail: roberto.cuni@apss.tn.it

 

INFORMAZIONI UTILI

 

PER RAGGIUNGERE LA SEDE DEL CONVEGNO

Il Convegno si svolge nel Teatro “Sala Umberto“, in via della Mercede, 50 - Roma. Il Teatro si trova al centro della Città di Roma, a poche centinaia di metri da Piazza di Spagna, dalla Fontana di Trevi, da Piazza del Parlamento, via del Corso, Piazza del Popolo, Piazza Venezia, Ara Pacis e tanto altro. La Zona è a Traffico Limitato, per cui non è raggiungibile con mezzi propri. I titolari di contrassegno speciale di circolazione per persone con disabilità possono chiedere, per i tre giorni, l’autorizzazione ad accedere alla ZTL (Zona Traffico Limitato) chiamando Roma Mobilità tel. 06 57003.

Come si raggiunge il Teatro: Metro A – fermata Barberini o Spagna. Con una magnifica passeggiata si giunge a via della Mercede in pochi minuti. A seconda di dove ci si trovi possono

essere utilizzati gli autobus: 160, 492, 52, 63, 71, 80, 83, 85, C3 che passano o fanno capolinea a Piazza San Silvestro, che è adiacente a via della Mercede.

PER LA PARTECIPAZIONE

Il Convegno è rivolto a utenti, familiari, operatori, cittadini e studenti attivi nella salute mentale. A chi lo richiede verrà rilasciato un attestato di partecipazione per le giornate di effettiva frequenza.

PER ISCRIZIONI

Anche in relazione ad eventuali restrizioni dovute alla situazione pandemica in atto nel periodo del Convegno, si consiglia di effettuare l’iscrizione all’indirizzo Email: iscrizionelprroma@gmail.com

comunicando: nome e cognome, telefono, Email, eventuale associazione o ente di appartenenza. Per i gruppi è necessario indicare i dati di ciascun partecipante.

PER GLI INTERVENTI

Ogni intervento preordinato è gradito, in specie se testimonia esperienze condivise e presentate a più voci. Per segnalare i propri interventi telefonare alla segreteria: Giovanni cell. 3334792424 - Roberto cell. 3491673276. Eventuali contributi Video, Filmati (max 10 minuti) devono essere inviati, entro il 22 ottobre 2022 precisando l’organismo di provenienza, collegandosi al Link e seguendo le istruzioni: https://verbene.it/le-parole-ritrovate-upload/

PER IL PERNOTTAMENTO

E’ consigliato prenotare per tempo, tenuto conto che in quel periodo Roma sarà sede di diversi eventi e potrebbero esserci difficoltà a trovare sistemazioni comode e a prezzi contenuti.

L’offerta è così grande che è sufficiente fare una breve ricerca su Internet.

Chi si trova in difficoltà si può rivolgere a Dora cell. 3356445670, o inviando un messaggio whatsapp, o una e.mail a: doramanzione@alice.it

PER I PASTI

Nella zona ci sono diversi Bar. È consigliato limitare al massimo la sosta per il pranzo e tenuto conto della ricchezza della cucina romana meglio puntare tutto sulla cena.

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Rosa Landa (giovedì, 18 agosto 2022 11:31)

    È possibile pure un collegamento online?

  • #2

    Gianfranco Conforti (venerdì, 19 agosto 2022 08:15)

    Gent.ma Rosa Landa la invito a rivolgersi alla segreteria organizzativa:
    Dal Lunedì al Venerdì ore 10:00 - 15:00
    Giovanni Fiori - cell. 3334792424 / e-mail: giovannifiori.gf@gmail.com
    Roberto Cuni - cell. 3491673276 / e-mail: roberto.cuni@apss.tn.it

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

139.290

Dati aggiornati al 28-9-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA,

Per comunicare 

emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  con l’obiettivo di costituire una redazione di una rivista crossmediale.

 

Il progetto è condotto da Silvia Bongiovanni dell’Associazione culturale Kosmoki. Rientra nel più ampio progetto Restart & Recovery che ha come capofila la Cooperativa sociale “Proposta 80”. Partecipa anche la Cooperativa sociale “Momo” e l’Associazione “MenteInPace”.

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Silvia Ziche

La gabbia

Feltrinelli comics

 

Una storia personale e universale che unisce dramma e commedia, con una profonda e toccante analisi delle relazioni fra madre e figlia.

A soffrire si impara, e l'infelicità è un'arte che si apprende fin da piccole, grazie all'insegnamento di chi ci ha precedute. Antenate, nonne, zie, prozie si snodano in una processione che arriva da lontano, ognuna con il proprio fardello, fino a chi ci è più vicino: la madre. Una madre svalutante e glaciale nel caso di Serena, protagonista di questa storia. Costretta ad allontanarsene nel tentativo di salvarsi, Serena interrompe i rapporti con lei, recidendo i legami con il passato, gli amici, il paese dell'infanzia pieno di ricordi. Fino a quando la madre terribile muore, e la figlia dopo una lunga assenza ritorna. Per ingaggiare un dialogo interiore con il fantasma della figura più importante della sua vita e scoprirne infine un lato insospettabile. Senza perdere la comicità e l'acume tipici del suo raccontare, Silvia Ziche si misura con il suo primo libro non umoristico, condividendo una storia privata eppure capace di parlare a quella parte indifesa, nascosta in molti di noi, a cui è mancata una carezza. Un viaggio coraggioso alle radici di un'assenza, nel cuore di una domanda che brucia: perché, proprio negli affetti più cari, siamo capaci di dare il peggio di noi.

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------