SUPPORTO TRA PARI IN SALUTE MENTALE. Intervista allo psichiatra Marcello Maviglia

 

Il ‘Peer Specialist’ in Salute Mentale: quando la propria esperienza diventa una competenza preziosa

 

Radioweb RADIO32

intervista al dott. Marcello Maviglia.

di Edgardo Reali – Radio 32

 

segnalato da Marina Trincheri di Mondovì (CN)

via whatsapp – 27/11/2023 ore 14:12

 

Intervistiamo il dott. Marcello Maviglia, psichiatra e specialista in tossicodipendenza, ricercatore nel contesto dei determinanti sociali della salute mentale, attivista e promotore dei principi che facilitano il Recovery degli individui. Il Supporto tra pari, così come il lavoro di rete attorno alla persona con disagio mentale svolto da operatori ed educatori qualificati, riduce i ricoveri ospedalieri e le istituzionalizzazioni. Perché? Perché il supporto alla persona con disagio mentale, vista nella sua globalità, fa la differenza.
La prossimità e la tempestività nella gestione delle crisi emotive fanno la differenza. 
Nel lavoro in salute mentale conta la qualità, ma anche la quantità e la possibilità di esserci al momento giusto. E la qualità del supporto ‘di chi ci è passato’ può divenire una grande risorsa.

Per comprendere a pieno in contenuti dell’intervista è bene soffermarsi su alcuni concetti chiave: ‘recovery’, ‘guarigione sociale’, ‘supporto tra pari’.

 

Cosa si intende per Recovery in Salute Mentale?

La definizione più accreditata di recovery afferma che essa è “un processo profondo e unico di cambiamento delle attitudini, valori, sentimenti, obiettivi, abilità e ruoli. Sentirsi realizzati vivendo una vita soddisfacente, piena di speranza nonostante le limitazioni causate dalla malattia. Recovery comporta lo sviluppo di nuovi significati e apprendimenti nella vita di una persona che cresce e si sviluppa oltre gli effetti catastrofici della condizione patologica” (Anthony, 1993). 

 

Tale concezione nasce e si sviluppa, per la prima volta, grazie al fondamentale lavoro del dott. Franco Basaglia e della sua equipe, prima a Gorizia e poi a Trieste, lavoro che dimostra come si possa affrontare la ‘malattia mentale’ in modo totalmente diverso, mettendo al centro la persona e non la malattia, focalizzandosi sul rispetto dei suoi diritti, sul dialogo, sul mantenimento di una qualità di vita, che il manicomio non consentiva, aggravando di fatto la condizione di salute delle persone con disagio mentale grave, attraverso l’istituzionalizzazione, portatrice di per sé di gravi disagi e compromissioni.

 

L’INTERVISTA CONTINUA

CLICCA QUI

 

 

Tratto da: https://radio32.net/il-peer-specialist-in-salute-mentale-quando-la-propria-esperienza-diventa-una-competenza-preziosa/

Scrivi commento

Commenti: 0

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 1196

VISITE 1665

aggiornato al 23/02/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------