IL CONTRASTO TRA I FIORI E LE STORIE VISSUTE NEL MANICOMIO DI RACCONIGI

Quando il manicomio è pieno di fiori:

a Racconigi l'installazione di Sara Masoero

 

articolo segnalato da Filippo Manti

Presidente di MenteInPace

sulla chat di whatsapp di MenteInPace

 

da Targatocn.it

 

 

Nella cappella di San Rocco saranno esposte centinaia di fotografie di fiori, che ritraggono dettagli minuscoli: un microcosmo perfetto ma ignorato dal nostro sguardo

 

 

 

“Il manicomio è pieno di fiori, ma non si riesce a vederli”. Questa frase riassume l’idea alla base dell’installazione artistica di Sara Masoero, che unisce la fotografia macro di fiori e una ricerca storica svolta negli archivi dell’ex manicomio, che ha portato alla luce frammenti di vite solo ora rivelate.


L’installazione, visitabile a Racconigi, nella cappella di San Rocco, nei weekend di aprile e maggio, arriva a 100 anni dalla nascita di Franco Basaglia e si pone l’obiettivo di rendere visibile ciò che è nascosto, rivelare la bellezza che a prima vista non si vede.


Sono esposte centinaia di fotografie di fiori, che ritraggono dettagli minuscoli: la venatura di un petalo, o i semi di un soffione trasportati dal vento… un microcosmo perfetto ma spesso ignorato dal nostro sguardo distratto e frettoloso.


Alle fotografie sono abbinate 150 individualità, 150 storie di persone che hanno trascorso anni o decenni della loro vita nell’ex ospedale psichiatrico di Racconigi, privati dei loro affetti e della loro sfera più intima e personale e ridotti a “oggetti” da contenere.


Qualcosa di quei legami spezzati ha resistito al tempo, fragile ma tenace e forte, come un fiore che sboccia sull’asfalto. Lo testimoniano le lettere dei familiari, che chiedono notizie, che raccomandano il loro caro ai dottori… Queste lettere sono state trascritte a mano e ora escono da buste in cui è annotato quel che resta di ogni storia: nome di battesimo, numero di matricola, diagnosi, data di ricovero e di morte. Sono tracce di vite recise, non fiorite, che forse senza questa ricerca sarebbero state del tutto dimenticate.


L’installazione, che ha il patrocinio della Regione Piemonte, del Comune di Racconigi e del Comune di Cuneo, verrà inaugurata sabato 6 aprile alle ore 16,30 e sarà visitabile tutti i sabati e tutte le domeniche, dal 6 aprile al 19 maggio 2024, dalle ore 16 alle ore 19. Il venerdì sarà aperta su appuntamento, telefonando al numero 333.5293937. L’ingresso è gratuito.

 

comunicato stampa

 

 

Tratto da: https://www.targatocn.it/2024/03/25/mobile/leggi-notizia/argomenti/targato-curiosita/articolo/quando-il-manicomio-e-pieno-di-fiori-a-racconigi-linstallazione-di-sara-masoeri.html

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Susanna Brunelli (mercoledì, 27 marzo 2024 09:30)

    L'essenziale è invisibile agli occhi direbbe il Piccolo principe
    Bellissima iniziativa

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 1048

VISITE 1601

aggiornato al 22/04/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------