“IL RAGAZZO SMARRITO”, UNA STORIA DAL CARCERE: presentazione del libro a Saluzzo

VENERDI' 5 APRILE

ore 16.00:

Presentazione del libro

"IL RAGAZZO SMARRITO", editore Araba Fenice.
SALUZZO, la Castiglia, piazza Castello.

 

Durante l'evento verrà proiettato

un breve video

con la voce autentica del protagonista

 

Ci sarà uno spazio dedicato all’esposizione di depliants per informare/promuovere le attività in carcere e per una degustazione dei biscotti prodotti dai detenuti, accompagnata da tè caldo.

Per chi lo desidera, seguiranno ingresso e visita gratuita al Museo della Memoria Carceraria.

 

DA Ornella Giordano                          

27/3/2024 22:24

A  menteinpace@libero.it

 

IL RAGAZZO SMARRITO

 

Nel 2015, Ornella Giordano, in un contesto di volontariato al Museo del Carcere "Le Nuove" di Torino, incontra un uomo la cui esistenza è segnata da una pesante condanna, l'ergastolo. Dall'evento casuale, nasce l'idea di raccontarne la storia per dare voce ad una fra tante che vivono nell'assenza di libertà. 

 

E' una testimonianza autentica che rivela episodi e pensieri dietro le sbarre di una detenzione senza fine pena.

Lo stesso protagonista, senza farsi sconti sulla gravità dei reati commessi, confidando i suoi pensieri, mette in relazione il valore delle due libertà, quella personale e quella storica:
"L'attività di volontariato che svolgo presso il Museo dell'ex Carcere “Le Nuove”, mi riporta sensibilmente e con commozione, al passato storico della Memoria di cui il luogo è testimonianza.

In molte circostanze, partecipo alle commemorazioni dedicate al sacrificio di innumerevoli vite, tanti uomini e donne morti per difendere i valori della libertà. Un dono generoso da onorare e conservare per sempre.

“Io quel dono l'ho perso indegnamente”, così dico a me stesso, con imbarazzo, sentendomi in debito di riconoscenza verso chi ha lottato per conquistarlo. Ritrovare quel bene perduto, sperando di onorarne presto il merito, è l’obiettivo prioritario che mi accompagna verso il traguardo personale tanto atteso."

 

Ornella Giordano affida alla narrazione sentimenti ed emozioni che, attraversando le fasi del lungo e articolato percorso di reinserimento, giungono alla riconquista della liberta’.

Scrivi commento

Commenti: 0

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 1048

VISITE 1601

aggiornato al 22/04/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------