ESPERTI NEL SUPPORTO FRA PARI: è nata l’Associazione Nazionale AIPESP

 

Il 18 Maggio 2024 si è costituita a Bologna l’Associazione Italiana Persone Esperte in Supporto tra Pari (AIPESP).

segnalato da Andrea Puecher

Presidente Associazione “Il Cerchio-Fareassieme” Trento

sulla chat di WhatsApp INCONTRI PAROLE RITROVATE

23/05/2024 – 08:48

 

Comunicato stampa AIPESP

 

Un'associazione professionale, nel quadro della legge n.4/2013, che si prefigge lo scopo di promuovere e regolamentare la professione di “Esperto in Supporto tra Pari”, in sigla ESP.

L’ESP rientra nel profilo del peer supporter secondo il programma QualityRights 2019, dell’OMS. È una persona che ha conosciuto una sofferenza ma ha sviluppato capacità di resilienza e riflessione; si è formata nel tentativo di rendere strumenti le proprie strategie e la sua stessa storia personale. Sa lavorare in gruppo e condivide la sua competenza esperienziale affiancando le persone nei loro percorsi di recovery, in collaborazione con i Servizi e tutti gli attori del territorio.

Sebbene l’esperienza vissuta, portata dagli ESP nel loro percorso di recovery, sia una risorsa preziosissima, è maturata la convinzione che servisse un coordinamento nazionale, con compiti di promozione, di verifica della qualità dei percorsi formativi, e di professionalizzazione del Supporto Tra Pari.

La nascita della Associazione AIPESP è un risultato positivo, frutto di un lungo percorso, a livello nazionale, iniziato nel 2020 e in alcune realtà italiane già presente da oltre vent’anni.

 

L’assemblea costituente ha visto partecipare 53 soci fondatori da 11 regioni italiane. Il primo Consiglio Direttivo composto da 15 membri, provenienti da 7 regioni differenti, ha immediatamente iniziato a lavorare per ottenere il riconoscimento della figura dell’ESP.

La sede legale è a Bologna, presso l’Istituzione G.F. Minguzzi che gentilmente ne ha dato la disponibilità, credendo nel proposito e nel nostro intento.

Una realtà di rilievo, una boccata di aria nuova e di entusiasmo, nel sistema sanitario e nella salute mentale in particolare, che avviene proprio nell’anno di commemorazione del centenario dalla nascita di Basaglia.

 

Per chi volesse approfondire la conoscenza di questa realtà può scrivere alla mail aipesp@aipesp.it.

 

La Presidente
Rossella Monti

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

CINEMA SOTTO

LE STELLE

luglio 2024

APPELLO per la SALUTE MENTALE

delle Associazioni piemontesi

di utenti e familiari

24° INCONTRO NAZIONALE

LE PAROLE RITROVATE

Programma, informazioni e sistemazioni alberghiere

----------------------------------------------

DATI DEL SITO

NEGLI ULTIMI 30 GIORNI

VISITATORI 996

VISITE 1475

aggiornato al 18/06/2024

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto Città di Cuneo, Cooperativa Momo

MenteInPace

DiAPsi Cuneo 

Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

Renzo De Stefani

LA PSICHIATRIA DEL FAREASSIEME

Valori e pratiche orientate alla “Recovery”

Erikson editore

 

La Psichiatria del fareassieme è un manuale di salute mentale molto diverso dai testi che di solito si trovano sull’argomento: non ci sono capitoli sulla psicopatologia, sui principali disturbi psichici, sui trattamenti più in voga. L’approccio del fareassieme mette al centro, nei fatti e non solo nelle parole, utenti e familiari. Medici, operatori, utenti, familiari e cittadini sono coinvolti alla pari nei percorsi di cura e nella co-progettazione e co-produzione di tutte le attività, i gruppi e le aree di lavoro del Servizio. Un approccio dove si impara a «pensare e a lavorare» assieme, valorizzando la presenza, il sapere esperienziale, le risorse di tutti.

PER ORDINARLO

CLICCA QUI

----------------------------------------------